mercoledì 9 febbraio 2011

Il mio bellissimo scassone che non cambierei neanche per una Kuota o per una Cervelo


ascolto consigliato: "Easy/Lucky/Free" Bright Eyes

In pausa pranzo ero solito sfruttare il passaggio con la macchina di qualche collega per andare in pista o in piscina ad allenarmi.
Dico ero perchè adesso le cose sono cambiate.
Adesso sono indipendente!
Ho avuto la brillante idea di andare a rispolverare (nel vero senso della parola) dal garage di papà il mio vecchio "Scassone".
Lo "Scassone" è una bicicletta da corsa che usavo a 14 anni, e già allora era piuttosto obsoleta.
Ripescata, "pulita", oliata e portata in ufficio, si presenta in queste condizioni:
  • Cambio a "manette" sul telaio
  • Corona incrostata, per fortuna su quella "piccola" così da scalare "agevolmente" Monte Antenne e la salita dei Parioli per andare in piscina
  • Pignone dietro dinamico, nel senso che in salita ogni 5 metri sgrana di un rapporto (più duro) costringendomi o a pedalare con una mano sul manubrio e l'altra che tiene in tensione la levetta del cambio oppure a fare delle SFR assurde con intensificazione della durezza ogni 5 metri (e non venitemi a dire che è comunque allenamento, perchè vorrei vedere voi a fare le SFR con i jeans, giubbotto, zaino e Clark ai piedi...
  • ...che spingono su due pedalini a sgancio rapido ossidati e quindi impossibili da rimuovere per un altro paio di pedali "da città"
Però adesso mi sembra bellissima, e non la cambierei neanche con una Cervelo S3 o con una Kuota Kalibur! se se, 'sto cazzo...

P.S. il primo giorno è andato alla grande, sembravo un bambino con il suo nuovo gioco...il secondo giorno, sviando dalla pista ciclabile interrotta, mi sono alzato sui pedali per rilanciare l'azione, la catena ha sgranato ed io sono rovinato a terra sull'osso sacro, come un cojone. La caduta è non è stata veloce, di quelle che ti ritrovi a terra senza aver capito cosa è successo, ma di quelle esasperatamente ridicole, in cui mentre cominci a cadere capisci benissimo il volo che stai per fare! ...E se qualcuno ha una Kuota da regalarmi quasi quasi me la prendo...


P.P.S. vabbè mo ve la dico tutta...la pista ciclabile non era interrota, c'era una decina di ragazze che stavano correndo ed io le volevo superare in grande stile...per fortuna che andavano nel mio stesso senso di marcia e non mi hanno visto, altrimenti la figura di merda, già eclatante di per sè, sarebbe stata da annali storici











Posta un commento
Related Posts with Thumbnails