sabato 18 aprile 2015

I 10 motivi per i quali non parteciperò al Triathlon Olimpico di Latina

I

Queste sono i motivi (o le scuse) per cui domenica prossima, con dispiacere,  non sarò alla partenza della gara di Latina.

  1. Ho scoperto che la domenica è bello rimanere a dormire e passare la giornata in famiglia
  2. La gara scombussola un po' i miei programmi di allenamento e non mi va di rimodulare la settimana
  3. Devo prestare la muta a Giorgio
  4. Sto in fase di carico e non posso essere brillante; perdere da gente che solitamente mi arriverebbe dietro potrebbe farmi rodere più del previsto
  5. Non posso perdermi l'Amstel Gold Race
  6. Mi sono tagliato il piede e se non lo incerotto ed impacchetto mi dà parecchio fastidio
  7. Mi si è scassata la macchina e non saprei come arrivare a Latina
  8. Non posso rinunciare ai pancakes di Alessia per colazione
  9. Devo tagliare l'erba del giardino
  10. C'era un buco tra gli appuntamenti del mio tatuatore proprio questo finesettimana e pareva brutto non approfittarne
Adesso sta a voi  decidere quale di questi motivi è vero valido.

mercoledì 15 aprile 2015

Adidas Supernova Boost Glide 6 [la recensione di Piastrella]


Alcuni mesi fa, vittima di un infortunio al piede ero alla ricerca di un paio di scarpe più “tradizionali” rispetto a quelle che normalmente indosso. Letti i giudizi entusiastici su queste Adidas sono passato all’azione acquistandole.
Di aspetto gradevole, peso contenuto e di ottima fattura come da tradizione Adidas, le Glide Boost si presentano molto bene ad una prima analisi “estetica”.
Ai piedi mi hanno fatto però da subito uno strano effetto. Mi aspettavo di infilare i piedi in qualcosa di “morbidoso” e reattivo a leggere del sistema Boost, le ho sentite invece secche, quasi da gara, con le tre fasce del marchio molto avvolgenti (per me anche troppo).
Ci sono uscito a correre diverse volte ma francamente non mi hanno convinto, non è mai scattato quel feeling che ti fa pregustare l’allenamento già solo infilando le scarpe, in camera, seduto sul letto. Probabilmente chi corre di talloni potrà apprezzarle maggiormente, ma gli atleti che poggiano principalmente di mesopiede, si troveranno ad avere una scarpa con una sovrastruttura non utilizzata considerando l’appoggio secco sulla parte anteriore.
Unica nota positiva? Il colore sobrio, che ho scelto, un giallino verdognolo psichedelico!!!

PIASTRELLA RESULT
QUALITA'  - 20/20
COMFORT - 14/20
PREZZO - 15/20
LOOK - 15/20
#MAQUANTOMIPIACE - 8/20

TOTALE - 72/100…mi pare

lunedì 13 aprile 2015

Pendolare Roma-Tivoli A PIEDI... se po' fa'...


Quando sabato pomeriggio i colleghi mi hanno visto mettermi pantaloncini e scarpe da running mi hanno chiesto "ma non torni a casa?"
"Certo"
E lì hanno capito.
Di solito sono abituati a vedermi tornare a Tivoli vestito da ciclista, ma prima o poi lo sapevamo un po' tutti che sarebbe successo.

Per quanto mi riguarda il problema principale non era la trentina di chilometri, ma la salita finale di 3-4km al 6%.
Cerco su Google Maps l'itinerario migliore per arrivare ai piedi della salita con il grosso dell'allenamento già fatto, così poi posso permettermi di camminare.
Ok, itinerario perfetto per le mie esigenze...
Tempo stimato da Google... 6 ore e 25 minuti.



Ahahahahah, sì, 'sto cazzo!
Due ore e trenta possono anche bastare...

giovedì 9 aprile 2015

Guida alle gare di triathlon nel Lazio del 2015



Breve guida, soprattutto per gli esordienti, sulle gare di triathlon che avremo nel Lazio in questo 2015. I giudizi, evidentemente soggettivi, sono basati su pareri miei e di persone fidate che hanno partecipato a questi eventi. Amo partecipare a tutte le gare di triathlon, su qualsiasi distanza, organizzate nella mia Regione e le eventuali critiche servono come spunto per gli organizzatori a fare meglio. Proprio per questo invito sempre tutti i miei amici a partecipare a più gare possibili, anche se non ancora perfette, solo così potremo dare più visibilità al nostro sport preferito e dare fiducia agli organizzatori spingendoli a fare meglio. Credo sia  giusto dare in questo modo un ritorno economico a chi investe e crede nel triathlon, sperando al contempo di avere gare di una qualità sempre maggiore a vantaggio di chi, come me, ama respirare triathlon a 360°

12
Apr
2015
Triathlon Sprint CerveteriCerveteri (RM)SSD MULTISPORT
LOCATION: ***
SWIM:****
BIKE:*
RUN:* 
PANDA RESULT:Gara inserita solitamente ad inizio stagione è un'ottima occasione per rivedere amici e rivali che durante l'inverno si sono persi di vista...e testare la loro condizione. Percorso bike & run decidamente non all'altezza della splendida spiaggetta della partenza, con localino "hawaian style" a fare da cornice.









19
Apr
2015
Triathlon Olimpico di Latina 3° edizioneLatina (LT)ASGSLOCATION: ***
SWIM:***
BIKE:**
RUN:**

PANDA RESULT:Ottima occasione per gareggiare su una distanza non molto diffusa qui in zona. Il fatto che sia di rank dà un ulteriore valore aggiunto. Bici piatta e corsa in alcuni tratti sullo sterrato.






01
Mag
2015
Triathlon Sprint CivitavecchiaCivitavecchia (RM)SSD MULTISPORTLOCATION: / 
SWIM:/
BIKE:/
RUN:/

PANDA RESULT: Prima edizione, la data di "maggetto" sicuramente è uno stimolo in più per chi deciderà di affiancare la "gita di famiglia" alla gara vera e propria.





17
Mag
2015
Triathlon Sprint TrevignanoTrevignano Romano (RM)SSD MULTISPORTLOCATION: ***
SWIM:***
BIKE:****
RUN:**

PANDA RESULT: Una delle mie gare preferite, soprattutto per il percorso bike, vario e con la salitella del Vicarello dove, soprattutto nel ritorno a 3km dalla zona cambio, si scatena sempre la bagarre.





07
Giu
2015
Triathlon di LadispoliLadispoli (RM)A.S.D. TEAM LADISPOLI CICLISMO TRIATHLON DILETTANTISTICA LOCATION: ***
SWIM:***
BIKE:**
RUN:**

PANDA RESULT: Cambio di organizzazione per una gara che si ripropone dopo la prima edizione del 2014. La data di Giugno sulla spiaggia di ladispoli potrebbe dare un'ulteriore spinta ad una gara che deve ancora farsi conoscere al meglio dai triatleti laziali.




14
Giu
2015
Triathlon della Tuscia Capodimonte (VT)ASS. SPORT. DIL. GREEN HILL LOCATION: ****
SWIM:****
BIKE:****
RUN:****

PANDA RESULT:Di questa gara mi piace tutto. Il nuoto nello splendido Lago di Bolsena, la bici impegnativa dove non basta stare a ruota, e la corsa tra i sentieri del lungo lago. L'unico aspetto negativo (di quest'anno) è la concomitanza con il 70.3 Italy al quale sono già iscritto...






21
Giu
2015
Triathlon Olimpico Rank del lago di Vico Ronciglione (VT)SSD MULTISPORTLOCATION: ***
SWIM:***
BIKE:***
RUN:*

PANDA RESULT:Olimpico durissimo. La bici, bella ed impegnativa, se fatta a tutta taglia le gambe.Oltre questo, la corsa, senza un solo km piatto, presenta sempre il conto finale.






11
Lug
2015
Triathlon Sprint CaprarolaCaprarola (VT)SSD MULTISPORTLOCATION: *****
SWIM:***
BIKE:*
RUN:***

PANDA RESULT: Bellissima location sul Lago di Vico, se non ci fossero troppe alghe sarebbe ottimo anche il nuoto. Un po' troppo pericoloso invece il percorso bike.





01
Ago
2015
Triathlon Olimpico Lago del SaltoPetrella Salto (RI)SSD MULTISPORTLOCATION: ****
SWIM:****
BIKE:**
RUN:****

PANDA RESULT: Una via di mezzo tra un Olimpico ed un 70.3 per distanze, ideale per chi vuole avvicinarsi alle lunghe distanze. Location stupenda immersa nella natura di Petrella Salto.  Bici, seppur senza grandi pendenza, decisamente impegnativa (purtroppo anche per l'asfalto non sempre adeguato). E la corsa tra il viale alberato del lungo lago è sempre  bella (da vedere, da fare è tutt'altro che semplice...)




06
Set
2015
Triathlon Olimpico di SabaudiaSabaudia (LT)ASGSLOCATION: *****
SWIM:****
BIKE:***
RUN:****

PANDA RESULT: Chiunque abbia partecipato all'edizione 2014 ne tesse le lodi. Tutto ideale per una gara di triathlon, dalla location ai percorsi (forse "agonisticamente" un po' noiosa la frazione bici).





13
Set
2015
Est! Est! Est! Triathlon di MontefiasconeMontefiascone (VT)ASS. SPORT. DIL. GREEN HILLLOCATION: ****
SWIM:****
BIKE:****
RUN:***

PANDA RESULT:Che abbia un debole per il Lago di Bolsena si è capito. Gara abbastanza speculare a quella di Capodimonte (e quindi ottima gara): nuoto spettacolare, bici impegnativa e corsa piatta. Per quianto mi riguarda, la miglior combinazione per una bella gara "sprint".





27
Set
2015
Triathlon Olimpico di OstiaRoma (RM)ASD THREE FOUR FUNLOCATION: ****
SWIM:****
BIKE:**
RUN:***

PANDA RESULT: Si ripropone dopo l'edizione 2014 che celebrava il trentennale della prima gara di triathlon in Italia. Il litorale di Ostia è un must per i triatleti romani e la corsa all'interno della pineta è ormai una garanzia anche per le numerose podistiche organizzate  in zona.






11
Ott
2015
Triathlon Sprint Santa MarinellaSanta Marinella (RM)SSD MULTISPORTLOCATION: ****
SWIM:***
BIKE:*
RUN:***

PANDA RESULT:Appuntamento di fine stagione per i triatleti laziali. L'ottobrata romana è sempre clemente con questa gara divenuta ormai una  classico per chiudere l'anno triatletico.Percorso bike multilap e piatto, bello da vedere ma piatto e noioso per gareggiare. La "semplicità" si pagherà nella corsa, veramente impegnativa.

lunedì 30 marzo 2015

Hoka One One Huaka [la recensione di STEFANOLACARASTRONG]



Regalo di mio padre per la SUA festa del papà.
Ok, per chi vede per la prima volta le Hoka One One (o più semplicemente Hoka), la prima associazione visiva che fate è quella delle scarpe delle Winx...

Vedere quella zeppona, in effetti non è molto invitante alla corsa.
Poi però, spinto dai commenti entusiastici di alcuni amici, mi sono buttato anche io.
Innanzitutto il modello.
Quello osannato, il più venduto, sono le Clifton, prevalentemente una scarpa da gara.
Le ho provate una volta sola, utilizzando quelle di Giorgio e le sensazioni sono state ottime, ma mi riservo di esprimere un parere più approfondito.

Per il mio acquisto mi sono orientato su quello che in questo momento serviva più alle mie esigenze.
Ho straconsumato le Brooks Ghost, con cui mi sono trovato benissimo, e volevo provare a cambiare cercando una scarpa "universale" che soddisfacesse a queste esigenze:
  • Allenamenti lunghi e lenti
  • Adatte sia alla strada che allo sterrato
  • Peso relativamente leggero
  • Colorazione tamarra
No, quest'ultimo punto non era necessario, però per chi fa triathlon, ormai lo sapete, distinguersi in tamarragine è sempre una prerogativa.

La scelta alla fine è caduta sulle Huaka che, a quanto pare, dovrebbe soddisfare tutti questi requisiti.

Nota negativa: il prezzo.
140/150€ è tanto per una scarpa da running, a meno che non duri 3000km, e non credo ne esistano...
Nota positiva: il peso.
Quando le prendete in mano, la resistenza che vi apprestate a sostenere sarà minore di quella a cui gli occhi vi hanno preparato.
Traduzione: sono più leggere di quanto sembrano.
Certo, non è la sensazione dei 215gr delle Clifton, ma 250gr per un mattone così è davvero un buon compromesso.
Soprattutto con oltre 4cm di zeppa...


La calzata è comodissima, è la sensazione di confort è immediata.
Uno degli aspetti più conosciuti delle Hoka è il ridotto drop tallone/avampiedi, in contrasto con quello che si potrebbe immaginare da una scarpa così ammortizzata.
2mm sono un'impostazione da natural running o da scarpa minimalista ma in questo caso troverete un bel po di roba a proteggere l'impatto.
Certo, a risentirne è la stabilità di corsa, che evidentemente  non è il piatto forte delle Huaka.
Ho letto qualche critica ai lacci ma in realtà non ho riscontrato alcun problema né di tenuta né di aderenza al collo del piede.
La chiusura "a clip", non è particolarmente rapida ma neanche complicata..



Il grip della suola invece l'ho trovato davvero adatto a quello che cercavo.
Provate anche sullo sterrato, in discesa e salita, rispondono bene alla "presa" del terreno.
Rispetto alle Clifton la suola è anche decisamente più resistente...vabbè in realtà è quella di marshmallow delle Clifton che si consuma dopo 50km...


Ed infine l'aspetto "riciclo".
Una volta consumate e non più utilizzabili per la corsa, vanno bene anche come scarpa da passeggio?
Riguardate le foto e decidete voi.
Basta che non vi lamentate che quando incrociate i bambini si avvinghieranno alla mamma impauriti chiedendole "mamma, ma quello è un triatleta?"
E comunque sotto i miei kombat ci stanno alla grande...

PANDA RESULT
QUALITA' - 16/20
COMFORT - 16/20
PREZZO - 8/20
LOOK - 15/20
PANDA FACTOR - 15/20
TOTALE -  70/100


domenica 29 marzo 2015

Triathlon Olimpico di Latina (rank) 19.04.2015

Per me sarà l'esordio stagionale di triathlon... ci vediamo a Latina il 19 aprile!!!




Gara Rank aperta alle categorie Junior – Senior - Master M/F

Ritrovo e ritirio del pettorale e CHIP gara: presso Hotel Tirreno
Lido di Capoportiere Via Lungomare 4174


Apertura zona cambio 11:00

Chiusura zona cambio  12:00

Partenza Gara 12:30
2:15' tempo limite di uscita dalla zona cambio per la 3^ frazione di gara, Run Km 10,00  
Ristoro finale

venerdì 27 marzo 2015

mercoledì 25 marzo 2015

Le 10 frasi della Ferrara Marathon


  1. "Stasera mi mangio un bel piatto di cappellacci" Giorgio,  che dopo aver finito i 4 (QUATTRO) cappellacci ha cominciato a sbavare davanti al nostro piatto strapieno di spaghetti.
  2. "Ci vediamo alla partenza, vado a buttà l'impermeabile" Giorgio  che invece è andato a nasconderlo in un posto appartato per recuperarlo dopo la fine.
  3. "Io per la gara mi lascio maglia termica lunga e l'antivento perchè ho freddo" Sara, poi arrivata boccheggiante sotto un sole semiestivo.
  4. "Utilizzo assolutamente le Hoka Clifton, pesano 30gr in meno delle altre!" Giorgio, che poi si fa tutta la maratona con una borraccia piena di 250gr.
  5. "A Ste' ma non staremo andà troppo veloci?" Roberto Wolf al passaggio al 10°km
  6. "Dai che oggi facciamo il tempone" un runner intorno al 16°km... perso di vista due chilometri dopo...
  7. "Ho rallentato apposta perché stavo cercando un mio amico e pensavo che stesse con voi" un ragazzo che abbiamo ripreso dopo metà gara..
  8. "Dobbiamo tribolare ancora un po' ma gli ultimi chilometri poi cazzeggiamo" Alessandro, pacemaker delle 3h
  9. "Dopo di lui apri il traffico che non c'è più nessuno" un vigile al mio attraversamento stradale del 39°km
  10. "Mamma ma che ha vinto quello che alza le braccia?" una bambina sulla linea del traguardo.

lunedì 23 marzo 2015

Come ho costruito la mia maratona sotto le 3 ore (correndo solo 3 voltea settimana)


Dopo il report della gara e la dichiarazione d'amore per Ferrara, ora il post più tecnico.
Lo so, ho già dedicato tre articoli sulla Ferrara Marathon (e probabilmente ce ne sarà un ultimo spiritoso), probabilmente saranno troppi, ma erano sei mesi che preparavo questa gara, lasciatemi autocompiacermi un po'.
Ho avuto il privilegio di centrare la Maratona sotto le 3 ore al primo tentativo con questo obiettivo, è stata una fortuna, sì, ma anche il coronamento di parecchi sacrifici ed allenamenti duri.
Ribadendo l'ennesima volta che ci sono moltissimi atleti più preparati di me, mi piacerebbe tuttavia condividere con voi alcuni consigli che hanno consentito ad un semplice marito, padre di due figli e con un lavoro, di organizzare vita,lavoro e divertimento per coronare il proprio obiettivo.

Innanzitutto la brutta notizia.
E' vero, ho pianificato la mia programmazione correndo solo tre volte a settimana... ma non significa solo tre allenamenti a settimana.
Nella pianificazione settimanale, visto che dovrei essere un triatleta, c'era spazio per due pedalate e tre nuotate.
La bici l'ho utilizzata solamente con effetto defaticante e massimo per 70/80km.
Spingere la bici e preparare al meglio una gara di 42km non credo che sia molto compatibile.
Il nuoto invece l'ho spinto sempre parecchio, sostanzialmente non scaricando mai.
Ancora, il nuoto era inserito sempre nella stessa giornata della corsa, tranne naturalmente nelle sessioni lunghe di corsa (sopra i 21km per capirci).
Dunque, nuoto alle 6:45 di mattina e corsa alle 14.
Abituare le gambe a correre stanche dal nuoto è una gran cosa.

La corsa...
I tre allenamenti in pratica erano questi.
1) ripetute medie e lunghe, dai 1000 ai 7000
2) corsa di defaticamento: non ho mai guardato il crono, me ne andavo per campi, saliscendi, sterrato o per le vie di Roma. Un recupero per il corpo e per la testa... anche se mai meno di 13/15km...
3) Il lungo vero e proprio, a partire dai 24km fino ai 36km.

Naturalmente sono tre allenamenti fondamentali, non scopro l'acqua calda, ma il lungo è quello che forma la preparazione in tutto.
I tre lunghi più lunghi li ho fatti costanti e con andatura ben definita in partenza,
Leggero riscaldamento prima (sì, anche prima del lungo di 36km) e sempre da solo.
Quando mi sono ritrovato in gara negli ultimi 7km isolato e senza più gruppetto, perlomeno non ero impreparato a gestire le difficoltà finali senza compagnia.
Correre 36km da soli non è semplice, bisogna trovarsi dei piccoli stratagemmi per "spegnere il cervello".
Anche qui  vi dirò i miei "trucchi".
Il primo è personale e difficilmente applicabile a tutti.
La preghiera.
Recitare un Rosario rasserena e... fa passare tempo e chilometri una bellezza.
Certo bisogna avere fede ed ultimamente pare sia una cosa che non vada di moda, ma per chi ce l'ha è una risorsa in più.
Tranquilli, per voi ho anche consigli più terreni...
Cosa fondamentale.
Se potete fate un lungo su una strada con chilometraggio segnato.
Non fidatevi del gps, soprattutto per lunghe distanze, ed impostate il vostro passo chilometro per chilometro.
Gestendo e visualizzando il passo su una visone generale rischierebbe di non farvi notare un eventuale calo che in termini di obiettivo finale potrebbe diventare fatale.
Infine, ripetere all'infinito piccoli gesti ad un determinato chilometraggio per avere in continuazione dei piccoli traguardi.
I miei sono stati questi.
Su ogni chilometro, ai primi 300mt mi sistemavo la maglietta, ai 500mt controllavo il passaggio cronometrico, ai 700mt cominciavo a fare il conto alla rovescia per arrivare al 1000, dove "lappavo" il giro e ricominciavo il mantra.
Lo so, probabilmente sono piccole cosi, probabilmente inutili e sicuramente banali, ma a me hanno aiutato a portare a casa una corsa di due ore e cinquantanove minuti.
E tanto mi è bastato.
Certo, bella la preghiera, belli i trucchetti, bello tutto eh, ma ricordate che in tutto questo dovrete farvi sempre e comunque un gran bucio de culo, perché la fatica, in un modo o nell'altro, la sentirete, sempre e comunque.


Related Posts with Thumbnails