lunedì 16 gennaio 2017

L'importanza dell'appoggio nella corsa [Gente che alleno: Mannù]




"Strong, ti mando un video, mi controlli come appoggio il piede durante la corsa?"


*NOTARE LO ZOOM SUI PIEDI DOVE SI PUO' ANALIZZARE AL MEGLIO APPOGGIO E SPINTA*




mercoledì 11 gennaio 2017

La Fondazione vvVincent crede nel Team Panda



E' sempre bello avere qualcuno che crede nei propri progetti.
Soprattutto quando la stima è reciproca.
Il gruppo di allenamento che stiamo creando con il Team Panda è una stupenda realtà.
Quello che ho sempre cercato.
Belle persone che si divertono nel fare sport, sia che cerchino il risultato che per il solo gusto di allenarsi e basta.
E la Fondazione vvVincent ha deciso di supportare il nostro progetto.
Ci vantiamo di considerare il Team Panda come se fosse una famiglia.
Di famiglie vere, invece, se ne occupa la Fondazione, che si propone di aiutare, sostenere e valorizzare la famiglia come il nucleo sociale primario e primo insostituibile ambiente in cui si formano, si sviluppano e si educano i giovani nei fondamentali valori morali e sociali, e si orientano e sostengono nelle aspirazioni di realizzazione sul piano personale. 
La particolare attenzione della Fondazione nel programma di sostegno alla famiglia porta a sviluppare iniziative orientate al sostegno proprio dei giovani che rappresentano il futuro della società e con i quali la Fondazione vuole interagire offrendo le migliori “memorie”, i più adeguati insegnamenti, i valori morali e sociali, le certezze ed i punti di riferimento.
Per raggiungere tali obbiettivi la Fondazione ha individuato tre punti fondamentali su cui costruire il supporto alle famiglie ed ai giovani di esse: la formazione, l’educazione e infine l’aiuto all’inserimento nel mondo del lavoro, valorizzando l’impegno dei genitori a creare l’ambiente adatto per una crescita sana.
L’ambito educativo è sviluppato dalla Fondazione con iniziative tese a mettere a disposizione delle famiglie soprattutto “strumenti” che consentano loro di investire maggior tempo con i figli. A tal proposito verranno presi in esame progetti che indichino un contributo dedicato al tempo, come valore da “salvare” a beneficio di un maggiore contatto tra i componenti del nucleo famigliare. Questo tipo di attenzione è un elemento fondamentale su cui investire da parte della Fondazione, giacché spesso, tristemente, è sotto gli occhi di tutti una situazione che genera sempre maggiori ansie e difficoltà a quei genitori che sono costretti a spendere più impegno e tempo fuori da casa, lasciando in questo modo i propri figli al loro stesso governo.

lunedì 9 gennaio 2017

La disponibilità del coach 24 ore su 24


 
Alessio "BILLAT" Billato

Uno dei requisiti fondamentali di un buon coach è quello di essere disponibile.
Sempre.
Quando comincio ad allenare i ragazzi del Team Panda, offro la mia disponibilità in qualsiasi momento di qualsiasi giorno.
E noto con piacere che i ragazzi prendono alla lettera le mie disposizioni.

(Sabato sera notte, 23:49)


martedì 3 gennaio 2017

Porger: il miglior esercizio di tecnica di nuoto.



 


I ragazzi che alleno hanno dei link per visionare i video di alcuni esercizi di tecnica.
Tuttavia l'ultimo esercizio ha creato dubbi e scompiglio.
Il porger.

  

Che cosa sarà mai questo porger?
Niente.
E' il correttore Apple che mi ha modificato "progr." , progressione.
Adesso il dubbio è se chi non mi ha chiesto chiarimenti abbia capito la correzione automatica (dubito) od abbia fatto a cazzi suoi (probabile).
E comunque, visto che ormai abbiamo creato questo nome, devo inventarmi assolutamente un esercizio di nuoto da chiamare PORGER.
Sparate le vostre idee, alla più bella assegnerò ufficialmente il nome di questo esercizio tra quelli eseguiti dal Team Panda!

 

venerdì 30 dicembre 2016

Quindici secondi al massimo



Stiamo lungo "la piana" di Sambuci.
Piana perché sono 8 km pianeggianti, appunto.
Oltre a me c'è Manzik, LG, SanCarlo, Shorty e Silvia.
LaMei e Persichello stanno chiacchierando qualche chilometro indietro.
Ragazzi, proviamo qualche cambio in velocità.
QUINDICI SECONDI AL MASSIMO e poi si cambia, dico.
Con il senno di poi riconosco che la frase possa essere oggetto di fraintendimento.
Le mie intenzioni era di tirare NON PIU' DI QUINDICI SECONDI e poi lasciare la testa del gruppo al secondo.
Per Manzik il significato era QUINDICI SECONDI ALLA MORTE.
E dopo quindici secondi, il gruppo si è sfragnato.
Sì, in questo caso il termine non dà adito a fraintendimenti.
Si è proprio SFRAGNATO.

venerdì 23 dicembre 2016

100x100 con il Team Panda [il foto-racconto]



Quale occasione per prepararsi a smaltire i bagordi natalizi?
Una bella 100x100 a nuoto.
Sì 10km.
E per l'occasioni vengono ragazzi del Team Panda da ogni dove.
Alex parte da Terni.
Marco da Napoli.
Emiliano ci torna dall'Irlanda.
Se questo non è amore ditemi cos'è.
Quando ci vediamo la mattina prima di entrare in vasca c'è innanzitutto il piacere di passare una bella giornata.
Naturalmente non tutti si spareranno 10km, ma il bordo vasca diventa nel frattempo una piazza dove incitare e scherzare con chi continua a nuotare.
Grazie anche ai ragazzi dello staff della piscina, che per un po' si buttano anche in vasca nuotando con noi.
Insomma, una grande festa.
A completare i 10km, oltre a me ci sono LG ed Emiliano (entrambi nella mia corsia) e Persichello, che piano piano abbandonato dai suoi compagni di corsia, si completa la sua fatica quotidiana.
E se quando hai finito ti ritrovi gli occhi abbottati così, STI CAZZI, ne è valsa la pena!
Alex, Emiliano, Francesca, Igor, Jacopo, LG, Max, Marco, SanCarlo, Persichello, Sara, Silvia, Shorty e Stefano... grazie!
E buone feste!

Manzik comincia a preparare intrugli misteriosi

Ready to star

Spuntino di metà giornata

Marco e Silvia
Mao in posa
Il trio 10km

Manzik pensa a salutare e Persichello a nuotare

Shorty-Trash

L'effetto di 3h20' di occhialetti

Stanchi ma felici

Dopo non te la fai 'na magnata?




mercoledì 21 dicembre 2016

#inpiedifermosuipedali [Pallino, gente che alleno e la nascita dei soprannomi]





Ieri sera mi arriva il solito avviso di messaggio di whatsapp.
E' Gianluca, "Pallino".
Dico sempre ai ragazzi che alleno che possono contattarmi a qualsiasi ora per qualsiasi dubbio su qualsiasi allenamento, ma credo che allo stesso Gianluca sia  venuto in mente che più che una domanda questa volta si trattasse di una "perla" che non poteva non essere divulgata al mondo intero.

Trenta secondo fermo IN PIEDI sui pedali.
Sui rulli.
Da lì in poi è stata un continua presa in giro (naturalmente lo stesso Gianluca è stato il primo ad essere autoironico).
E a quel punto è scattato il soprannome.
PETTENELLA




Per quei pochi che colpevolmente ignorino chi sia Giovanni Pettenella, riporto una citazione di wikipedia:
"È il detentore del record di surplace in gara, ottenuto nel corso dei campionati italiani di velocità professionisti al Velodromo Luigi Ganna di Varese, nel 1968, quando restò fermo un'ora e 3 minuti contro Sergio Bianchetto, che sfinito crollò a terra"

Naturalmente da ieri, dopo aver lanciato il nuovo hashtag #inpiedifermosuipedali , anche per gli altri ragazzi del Team Panda la pausa sui pedali sarà da fare in piedi.

E già cominciano ad arrivare i selfie...








giovedì 15 dicembre 2016

Santa Strong


Mi hanno chiamato panda, koala, Messner, e prima o poi dovevo aspettarmi anche questa...
Soprattutto in questo periodo.
Mentre stavo correndo ieri, una bambina indicandomi chiede alla mamma
"Ma è lui Babbo Natale?"
"In realtà ho la barba un po' più scura" rispondo io, ma le verità ormai è un altra e devo farne una ragione.
Ormai sono vecchio, grasso e lento.

 

lunedì 12 dicembre 2016

La punta di freccia


La settimana scorsa con il Team Panda abbiamo fatto degli allenamenti specifici in piscina di simulazione di acque aperte.
Uno degli allenamenti consisteva nell'imparare le tecniche di scia, nuotando 100mt con la formazione a "punta di freccia", quindi uno avanti e due leggermente dietro ai suoi lati.
L'allenamento ed il beneficio, in questo caso, non è per "la punta" ma per i due esterni, che devono imparare a trarre vantaggio da questa situazione.
E quindi, compito del primo, non è di tirare al massimo per staccare gli altri due , ma tenere un'andatura adeguata per la corretta esecuzione dell'esercizio.
LG lo ha capito bene...
"Strong, questo 100 devo farlo forte"
"No, non c'è bisogno in questo esercizio"
Ecco, 1'19".

venerdì 9 dicembre 2016

Il permesso del coach


River, amabile ragazzo del Team Panda che vive in Canada, a mia insaputa si spara 2h30' di corsa sei giorni prima di un 70.3, e poi MI CHIEDE IL PERMESSO di potersi allenare indoor il giorno in cui a Calgary ci sono -32°.
Come si fa a non volergli bene?

 


Related Posts with Thumbnails