mercoledì 16 novembre 2011

La piscina super affollata


Quando ieri sono entrato in corsia 3 ero da solo.
"Che bello" ho pensato.
Illuso...
Dopo dieci minuti ne è arrivato un altro (di quelli che se stanno fermi vanno più veloci).
Passano cinque minuti ed uno che stava in un'altra corsia passa da noi.
Ma perchè, visto che in tre eravate lì ed in tre siamo ora qui?
Poi si tutta uno pelato senza cuffia.
Va leggermente più piano di me maci incrociamo perfettamente con pause e ripartenze.
Fossero tutti così...
Passano altri cinque minuti ed entra quello col pizzetto che si fa un'ora stile alla stessa velocità senza fermarsi mai e (soprattutto) senza mai far passare chi gli sopraggiunge da dietro.
Fino a questo punto avevo fatto riscaldamento o tecnica e quindi non è che mi interessava molto la velocità, però adesso devo (o meglio dovrei) fare i 5x400 e vorrei avere perlomeno un po' di continuità.
Ne arriva un altro. E siamo a sei.
Si butta e si ferma lì.
Non l'ho visto fare neanche uan vasca, però rimane a fine corsia così, più che altro per dare fastidio a chi vorrebbe fare la virata.
Anzi, credo che sia proprio questo il suo obiettivo di oggi: "oggi me ne vado un po' in piscina a non permettere di fare le virate a chi va lì per nuotare" deve aver pensato...
Del resto se c'è gente che va in piscina per nuotare e  fare virate non vedo perchè non debba esserci gente che va in piscina per NON nuotare e NON far fare le virate...
Tra l'altro è la prima volta che mi capita di essere in sei in vasca dove sono il più veloce (ed ho detto tutto sulla qualità di coloro con cui dividevo la corsia).
La cosa bella è che ognuno cerca di superare l'altro e quindi vedi gente che va pianissimo che supera gente che va superpianissimo e si scontra con un altro che va piano piano che intanto viene in senso opposto.
Finiti?
Ma va...
Finalmente arriva quello forte, quello che domenica in gara ha fatto 29" sui 50 farfalla.
Però oggi deve defaticare e se ne va piano pure lui...

Posta un commento
Related Posts with Thumbnails