giovedì 16 febbraio 2012

Gli orari del triathleta

Il problema degli allenamenti lunghi è dare un orario di ritorno a casa.
Le alternative sono due:
  1. Tenersi scarsi con il tempo (presunto) da impegare, fornendo così l'illusione alla famiglia di non stare via per troppo tempo ["vado a fare un giro in bici, starò fuori 3 ore"  per poi ritornare dopo 4 ore e mezzo, naturalmente sempre con una serissima motivazione al seguito]
  2. Abbondare con il tempo rischiando però di mal predisporre  i conviventi all'allenamento ["oggi devo fare una pedalata di almeno 6 ore" facendo rientro baldanzoso a casa dopo cinque]
Entrambe le soluzioni presentano pro e contro.

Nel primo caso il rischio è di far saltare qualche impegno preso.
"Non ti preoccupare, non ti rovino la domenica, per mezzogiorno sto a casa e possiamo benissimo andare a pranzo fuori". Quando entri a casa alle due di pomeriggio che devi ancora farti la doccia e vedi che i bambini hanno già finito di mangiare pensi che anche la scusa che ti eri preparato non ti servirà a un cazzo!

Nel secondo caso il risultato potrebbe comunque essero lo stesso.
"Per questa settimana dovete scusarmi (il vittimismo dei triathleti) ma devo per forza fare questo lunghissimo per preparare al meglio la prestigiosissima maratonina della castagnetta fracica". Poi mentre correte vi rendete conto che siete degli idioti e chi ve lo fa fare e così ve ne tornate presto a casa, ma a questo punto la risposta sarà "Vabbè ma se tornavi così presto me lo potevi dire che ci organizzavamo per fare qualcosa!"

Certo, ci sarebbe la (banale?) soluzione di proclamare ed effettuare l'esatto tempo che impegheremo per l'allenamento, ma sappiamo tutti che un triathleta così ancora non esiste...

21 commenti:

Anonimo ha detto...

il vero problema secondo me è che il "giorno del lungo" è il giorno del lungo. Se devi fare un lungo quella giornata non ti conto. A dire il vero inizio a non contarti dalla sera prima: che vuoi mica andare a cena la sera prima di un lungo... poi non ti conto mentre lo fai, e poi non ti conto la sera, che tanto sei uno zombie con le gambe dure e gli occhi iniettati di sangue. Se poi è un lungo in bici, mi preparo anche al fatto che anche la mattina seguente sarai uno zombie... Insomma, basta educare il consorte a non avere alcuna aspettativa in caso di "lunghi"... O NO?

stefanoSTRONG ha detto...

e no! è proprio in quei giorni che je devi da sotto, così se ti senti stanco c'hai la scusa che hai fatto il lungo in deplezione!

Marco ha detto...

secondo me anche se gli dici l'orario con precisione troveranno sempre qualcosa da ridire, é una causa persa Sté.

Anonimo ha detto...

@Marco: la colpa è vostra che non educate le consorti! Io mi lamento solo quando mi dice che torna alle 14 da una scalata e mi torna alle 20 senza aver avvertito, ma solo perchè non so se devo andare a cercarlo in un ospedale o chiamare direttamente l'assicuratore per riscuotere l'assicurazione sulla vita!

GIAN CARLO ha detto...

Runnerblade è così come quello che non esiste... forse semplicemente perchè non è ancora un triathleta.

Peggy Lyu ha detto...

io con mio marito non ho mai avuto problemi quando ancora non pedalavo (o quando a giri che io non riesco a fare)...di solito poi gli amici fanno mattina mtb, pranzo a cui mi unisco se non lo fanno in un qualche rifugio,e pomeriggio di nuovo mtb... lui lo fa una volta ogni tanto pechè entrambi abbiamo 1000 interessi, gli amici son così tutte le domeniche, ma non hanno famiglia..in ogni caso non ho mai detto niente, mi organizzavo per gli affari miei..

Rocha ha detto...

Io per abitudine esagero di almeno 30/40 minuti così alla fine risulto sempre in anticipo o quantomeno in orario :)

Clod ha detto...

Annosissimo problema questo! In principio però concordo con Only: il lungo è per definizione incompatibile con qualsiasi altra attività che comporti un minimo di coinvolgimento... :D

Master Runners ha detto...

Anch'io aumento di una mezz'ora il tempo stimato, ma organizzo anche il dopolungo, insomma, già sò se al mio ritorno mi posso buttare in vasca da bagno per un ora, oppure devo fare la doccia col casco perchè devo andare da qualche parte

Semper Adamas ha detto...

noi non abbiamo (almeno) questo problema!!
Facciamo praticamente tutto insieme: gare, lunghissimi, trasferte!
Gli allenamenti individuali della settimana invece sono attentamente pianificati per non andare a rompere il delicatissimo equilibrio lavoro/Tubo e non ci conviene "banfare" ma collaborare..
:D

Anonimo ha detto...

Forse mia moglie incomincia a sperare che prima o poi mi droghi ..... mi vedrebbe di + e spenderei meno :-))))
Ciao
Beppe
Giorno di lungo = giorno di menata ..... e spera sempre che per i tre giorni successivi non ti capiti nulla alla salute altrimenti son veramente cazzi !!!!

Paolo ha detto...

Devi iniziare il lungo alle 4.00 am, così da essere a casa pimpante alle 10 in punto.

Vedrai che così andrà alla grande :D
Poi dura poco la tua salute mentale, ma quella non serve, vai tranquillo!

rotalibra ha detto...

Ah, io resto nel vago, non do mai un'ora precisa, ma un intervallo di un paio d'ore in cui so di starci dentro, così non sono ne in anticipo ne in ritardo e lascio tutto lo spazio per fargli decidere come passerò il resto della giornata

orlando ҉ magic ha detto...

ed iniziare il lungo molto presto? sono l'unico stupido che lo fa?

MauroB2R ha detto...

parlo solo di corsa in quanto solo maratoneta. dichiaro sempre il tempo di rientro esatto con un margine di +/-5min.

Anonimo ha detto...

oh ragazzi, ma da quello che scrivete sembrate le vittime delle vostre consorti!! Eddai!!!

Paolo ha detto...

Siamo vittime mia cara, sempre!
Oltre a essere dei "servi della gleba" [cit.], ovviamente :D

economistapercaso ha detto...

sarà, ma io preferisco sempre l'opzione B. vuoi mettere che bella sorpresa quando arrivi mezz'ora prima? (come immagini Luca, invece, è tipo da opzione A...) ;-)

Brady ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Brady ha detto...

Insistere con i lunghi potrebbe innescare l'alternativa "C".
La consorte si organizza e...insomma, in questo caso la soluzione "B" potrebbe diventare traumatica.

rotalibra ha detto...

insomma brady, dici che è meglio arrivare tardi, l'essenziale è che la moglie sia contenta

Related Posts with Thumbnails