lunedì 2 aprile 2012

8x8 Saracinesco: il reportage completo


Premessa.
La giornata è di quelle da ricordare ed incorniciare.
E' iniziata per gioco, con uno scambio di mail tra me e Master sul fatto di affiancare un evento con l'uscita di Zona Cambio.
Zona Cambio è nato come magazine online di triathlon scaricabile gratuitamente e gratuitamente abbiamo deciso di rendere questa pedalata.
E così cercando organizzare al meglio questa giornata e grazie all'aiuto degli sponsor (Foto Ottica Berti Raffaele, Generali, Ciclismo Lazio, Decathlon, b*Twin, Zio Bici, iRunners, Temple Bike, Ciucoallegro, Gensan, iZiro Team, Kento Bike, Capobianchi) che hanno creduto in questo progetto, siamo riusciti in un mesetto a regalare una pedalata, un pacco gara, un servizio video e fotografico, pizza con mortadella, vino, caffè, the e biscotti a tutti i partecipanti a cosot (per loro) ZERO.
Da parte nostra siamo stati ripagati da tutti i ringraziamenti ed i commenti entusisastici dei nostri amici.

L'appuntamento.
Capiamo subito che saremo più del previsto alla stazione di Tivoli.
Arriva gente che non si era segnata che vuole partecipare, ma grazie a Master riusciamo dare un pettorale a tutti. Alle 10:30 un megagruppo di 40 persone si muove ad andatura "controllata" per la Tiburtina, verso l'attacco della salita.
Arrivati ai piedi di Saracinesco ci sarà l'unica nota dolente (e tanto) della giornata. Per una serie di incomprensioni non riusciamo ad incontrarci con due ragazzi con cui avevamo appuntamento al parcheggio di Vicovaro-Mandela (mentre altri due invece riescono ad unirsi) e non riusciranno a pedalare con noi...per me è una piccola sconfitta non aver accontentato tutti, posso solo scusarmi ed augurarmi di offrire nuove occasioni di divertimento.
Alle 11:30 circa è tutto pronto per la partenza. 
Alessandro ed il suo gruppo Velorome (grandissimi) si piazzano con la loro auto davanti al gruppo per le riprese video e fotografiche, utilizzando anche lo scooter di uno spettatore per ulteriori registrazioni. Montanto addirittura una videocamera sul reggisella della mia bici.
"Cerca di stare più avanti possibile" mi dicono. E' 'na parola!
3...2...1...Via!

La gara.
In testa parte subito in fuga Anthony. Non lo conosce nessuno, è sceso dal treno con uno zaino, ha una t-shirt e dei pantaloncini larghi non da ciclismo ma va che è una bellezza e parte a razzo.
"Pure troppo!" mi dirà all'arrivo.
Da dietro rinviene subito la coppia Marco "Piasterella" e Maurizio Coccia.
Una parola devo spenderla per Maurizio. E' un grande del ciclismo, lo conoscevo solo di nome e per i tanti commenti positivi delle persone che lo conoscono e di persona ha confermato tutta la sua simpatia e cordialità mettendosi in gioco con noi con bici e compeltino d'epoca, onorando la nostra gara!
Maurizio e "Piastrella" vanno su come un treno.
Alle loro spalle c'è Alessandro Leo della Temple Bike, che forte dei suoi 16 anni ha l'età giusta per umiliarci.
Dietro si formano tanti gruppetti sparsi che fanno tanto arrivo di tappone dolomitico. Sono meno di 8km ma sembrano il doppio.
Il tempo di piazzare le macchine all'arrivo che "l'organizzazione" deve già sbrigarsi...i primi stanno arrivando!
Piastrella fa il forcing finale (poi vedrà che Maurizio si era fermato per parlare al telefono...ma quetsa è un'altra storia) e taglia il traguardo in 25 minuti.
Maurizio lo segue immediatamente.
Terzo Alessandro Leo e quarto l'ormai mitico Anthony che è risucito a non mollare!
Quinto Salvatore Bonelli, che si aggiudica anche il premio Over 40.
Decimo Giorgio Delfini che vince il premio di primo triathleta (escludendo "Piastrella" naturalmente).
Menzione di merito assoluto per Alexei Popov, ultimo, che ha partecipato alla pedalata con una bici a scatto fisso con il 42x17!

Il dopo-gara.
Piccola chicca. Nonostante, come detto, fosse una gara con premi e pacchi gara per tutti a costo zero, c'è anche chi ha polemizzato sulla sua posizione, protestando di essere arrivato prima di un altro (tra l'altro era pure uno che, non essendo tra i primi 30 iscritti, ha voluto il pacco gara!). Magari la prossima pedalata che faremo la organizzeremo a numero chiuso per 1 partecipante :)
Su in cima è stata una festa. La pizza con la mortadella ha attirato le attenzioni di tutti, così come il vino, il caffè, acqua, the e biscotti portati, oltre che da me e Master, da Franco ed i ragazzi della Tivoli Marathon.
Tutti i partecipanti hanno inoltre avuto come ricordo per la pedalata la splendida spoke-card disegnata da Daniele "the dga" Di Giacomo, resa anche come targa in porcellana da Ciclismo Lazio ed offerta al vincitore.
Come ho iniziato il post, ribadisco che è stata una giornata da incorniciare e gli abbracci ed i commenti di tutti i partecipanti hanno confermato che, volendo, si può creare un "evento", seppur piccolo, riesca ad unire tanti ciclisti solo per passione!
Grazie ancora a tutti quelli che c'erano!

La classifica.
  1. Marco "Piastrella" Piccolino
  2. Maurizio Coccia
  3. Alessandro Leo
  4. Anthony
  5. Salvatore Bonelli
  6. Stefano "Cappella" Rosatelli
  7. Michele Sciarretta
  8. Marco "Lomba" Lombardozzi
  9. Claudio Mottola
  10. Giorgio Delfini
  11. Fabrizio Ciarrocchi
  12. Alessio Mauro
  13. Luigi Baker
  14. Luigi Mauro
  15. Stefanolacarastrong
  16. Sandro Quaresima
  17. Alessandro Spano
  18. Alfio Del Moro
  19. Antonio Trabucco
  20. Mirco Papalini
  21. Leonardo Lavitola
  22. Gianfranco Ronci (73 anni!)
  23. Gianluigi Dormentoni
  24. Vincenzo Peserini
  25. Gianluca Pacifici
  26. Fabrizio Paradisi
  27. Luca De Simone
  28. Alessandro Ardizzone
  29. Francesco "Fra Martino" Zazza
  30. Andrea Cavallari
  31. Mauro Tani
  32. Roberto Petrucci
  33. Alberto Visiscchio
  34. Paolo "Kipudda" Boi
  35. Marco Berti
  36. Master Runner
  37. Gianbattista Mariani
  38. Franco Galli
  39. Alexei Popov
+1 ritirato

Le premiazioni!

1° Classificato
 
Targa ricordo di Ciclismo Lazio

Occhiali Police messi in palio da Foto Ottica Berti Raffaele

Coppia cerchi rossi (32 mm 36 fori) con pista frenante messi in palio da Zio Bici
casco Rudy Project Skylet messo in palio da Capobianchi Cicli
  
Completo da ciclismo messo in palio da Kento Bike

2° Classificato
Maurizio Coccia (come si legge tra i commenti finali) ha deciso di offire i suoi premi ad Alexei, ultimo arrivato con la sua fixed 42x17 (alla consegnà faremo le dobute foto di rito!)

Sella vintage "San Marco" messa in palio da Zio Bici + casco Rudy Project Skylet messo in palio da Capobianchi Cicli + completino allenamento iZiro Team


 
3° Classificato
Manubrio corsa con sopra montata una trombetta LION messi in palio da Zio Bici


1° Triathleta
Giorgio premiato con il body da triathlon messo in palio dall'enoteca Ciucoallegro





Ultimo arrivato
Il premio "Maglia Nera" per Alexei: il ruotino della bici di mia figlia!



Per gli altri premi...devo ancora consegnare quelli per il 2° ad Alexei e per l'over40...oltre a sorteggiare quelli messi in palio da Temple Bike. Mi manca inoltre da consegnare alcuni pacchi gara per chi non è potuto venire con la macchina (fatemi sapere se posso lasciarveli da Temple Bike, per quelli di Tivoli e da Zio Bici, per quelli di Roma)

Le foto.
Sul ponte prima della partenza



il grandissimo Maurizio in stile "eroica"

L'ammiraglia del gruppo Velorome


Pronti, partenza, via!





 







































 "Piastrella" e Maurizio, la coppia di testa

 Anthony e ed Alessandro














Eccomi!

















Paolo "Kipudda" che mi lancia maledizioni

Master che rimpiange la sua bici da crono

Marco trova anche la forza di salutare!



Alexei che spinge con il suo 42x17


 Lo "sprint" finale di Piastrella!





 Arrivo anche io!



 L'arrivo di Paolo...


...quello di Marco...

 ...e quello di Master







 I complimenti di Alessandro Malagesi di Ciclismo Lazio

Si aprono le danze del ristoro!











La bellissima targa-premio per il vincitore













Foto di gruppo e pronti per riscendere


Mio padre e mio suocero, a casa, preparano il premio più bello!




Posta un commento
Related Posts with Thumbnails