lunedì 22 aprile 2013

GranFondo "La Garibaldina" 2013


GranFondo un par de cojoni.
Ho fatto una crono in solitaria di 95km...

Nonostante il ciclismo sia dei tre sport triatletici il mio preferito, è la mia prima GranFondo.
La giornata è soleggiata ma fa fresco.
Comunque un'ottima giornata per gareggiare.
In un ambiente fatto di polpacci lucidi e completini serissimi e supersponsorizzati mi presento col body da panda e la gamba piena di peli.
Ci sono tanti amici che gareggiano oggi ma non riesco ad incotnrarmi con tutti.
Giorgio e Leo vanno subito nelle griglie davanti, io e la squadra di coach Diego (i Gentile Bros e Barny) ci ingrigliamo dal fondo.
Alle 9 si conta (più che altro sia scolta) l'inno e via!
Si pedala su strade che conosco abbastanza e credo di gestire bene le energie.
I primi 30km volano, cerco di riprendere qualche gruppetto, l'andatura è discreta e dopo un po' si arriva alla prima diramazione tra il percorso lungo e medio.
Nella mia mente imamginavo che la maggiorparte dei ciclisti virassero per il lungo, invece nel gruppetto di 20 persone in cui mi trovavo siamo solo in tre a scegliere i 135km.
Da questo pusto non mi sorpasserà neanche una persona.
Ma neanche uno.
Riprendo tanti gruppetti, rallento per respirare 1 minuto ma quando mi giro vedo che sono tutti già staccati.
I sentimenti sono un po' contrastanti.
All'inizio è una bella botta per il morale, riprendere e staccare ogni gruppo.
Dopo un po' ti girano pure un po' le palle a pedalare sempre da solo.
Ok, era la prima GF e sono partito dalla fine, però mi aspettavo di trovare qualcuno con il mio passo anche nelle retrovie, invece i ritmi alti sono tutti troppo davanti che viaggiano ad andature per me irraggiungibili!
Sulla salita di Toffia recupero un gruppo di 20 persone e li stacco ma prima di attaccare la salita di Nerola c'è un errore nella cartellonistica che porterà me e tanti altri a sbagliare strada allungando di 4/5km...
Sarà una lunga corsa fino all'arrivo in solitaria.
Riprendo altri corridori, ma sono tutti alla frutta.
Non c'è un metro per tirare il fiato, sempre vallonato e strappetti.
La nota positiva è che nonostante abbia la gamba stanca riesco comunque sempre a spingere non riposandomi mai.
Ma la media è quella che è, e chiudo la gara in 4h46' con 29kmh.
Sicuramente avrei potuto fare meglio, ma comunque è stato un ottimo allenamento, anche e soprattutto a livello mentale per ricreare la situazione "crono in solitaria...".

Per quanto mi riguarda l'esperienza è stata positiva, il mondo delle bici mi affascina tantissimo, anche se c'è un po' troppa serietà rispetto alle gare di triathlon (non che sia necessariamente un male, è che io sono un po' più caciarione/cazzarone).
Posso fare di meglio e voglio fare di meglio.
Ma intanto metto in cascina 'sti 135km... tutto bòno per Klag...

 
 

Posta un commento
Related Posts with Thumbnails