VOTA ADESSO!

lunedì 16 settembre 2013

Triathlon Sprint Est Est Est Montefiascone 2013 - La mia gara +classifica




La mia gara.
Lo è stata l’anno scorso e lo è stata quest’anno.
Un po’ lo sapevo, questo percorso mi piace tantissimo.
Se riescono a migliorare l’organizzazione di consegna e restituzione pettorali/chip diventa una gara perfetta.
Quest’anno era anche di rank… e si è visto dalle posizioni in classifica, più alte rispetto alle solite gare del Lazio.
Zona Cambio risponde massicciamente, anche con gli esordi di Marco “Terminator” (con moglie e SETTE figli al seguito!) e Stefano (ottimo nuotatore).
Il nuoto nei primi 200mt è una ressa, anche più del solito. Il tempo di rifilare un paio di tallonate ad coione che per due volte si aggrappa alla mia caviglia e finalmente il gruppo si sfalda.
Prendo subito un ottimo ritmo senza neanche il bisogno di accodarmi a qualcuno, anzi nel finale riprendo un po’ di gente ed entro in zona cambio, dopo una lunga passeggiata sul prato, in 12 minuti e qualcosa.


Lo speaker dice giusto 2’ di ritardo sul primo. Non male, no?
Appena monto in bici vedo un bel gruppo 200mt davanti.
Comincio un forcing, anche controvento, che mi distrugge. Però sto bene e provo a forzare un altro po’.
Niente, arrivo a 100mt ma devo desistere. Sono troppi per me.
Per fortuna mi riprendono due ragazzi del Perugia triathlon che in pianura spingono bene e mi accodo un po’ a loro.
Faccio la salita di un chilometro a tutta ma perdo qualche metro dai due ragazzi. Giù in picchiata e via il secondo giro.


Qui si forma un gruppetto di 5 persone ed andiamo avanti con cambi regolari di nuovo fino alla salita, dove alla fine riesco a guadagnare, senza forzare, qualche metro, che in realtà servirà a poco visto che in discesa ci ricompattiamo nuovamente.
Le buone sensazioni continuano nella corsa. Ho deciso di correre senza Garmin al polso ma sento che il passo è leggero e veloce.
Recupero 5-6 posizioni mentre è solamente una persona a superarmi.
Alla fine riesco anche a gestire un po’ la corsa, visto che dietro e davanti non c’è gente.
Chiudo in 1h12’, 52° assoluto e davanti a parecchia gente che solitamente mi arriva prima.
GUARDA QUI LA CLASSIFICA COMPLETA
Prima della gara avevo scommesso la mia Kuota con Giorgio su chi arrivasse prima.
M’ha detto bene.
FRASE DEL GIORNO “Credevo fossero due giri di corsa, se sapevo che era uno solo spingevo di più” Giorgio “er ponte” Delfini.


Posta un commento
Related Posts with Thumbnails