domenica 8 marzo 2015

Skechers GoRun 3 [la recensione di Piastrella]


Skechers go run 3...una scarpa per ogni occasione.
Tra tutte le scarpe che ho provato le go run si sono rivelate tra le più versatili.
Ancora poco diffuse tra i runners "tradizionali" godono invece di una notevole fama tra coloro che si affacciano al mondo "natural".
Un approccio  meno estremo rispetto alle sorelle go bionic le rende perfette per chi vuole alleggerirsi un po ma ha ancora qualche timore ad affrontare distanze importanti con scarpe più estreme.
Ne ho due paia, mezzo numero di differenza, quelle più corte da usare esclusivamente senza soletta per un'esperienza a drop 0, le altre per un uso più classico.

Hai necessità di una ammortizzazione salva maratona? Taac loro ti forniscono un piacevole cuscino su cui correre.
Vorresti provare l'ebbrezza del drop 0 ma hai paura che poi ci potresti prendere gusto? Et voilà   togliendo e mettendo la soletta interna passi da 0 ad un più rassicurante 4mm in un battibaleno.
Devi partire ma nel bagaglio a mano non puoi mettere un secondo paio di scarpe per correre l'indomani? Nessun problema, nella variante nera e rossa stanno benissimo sotto un paio di jeans alla moda.
Infine, sei tentato dal provarle ma non usi i jeans oppure non sei sicuro che ti faccia piacere correre con l'effetto gomma americana sotto i piedi? Niente paura, l'investimento non sarà mortale. On-line non è raro trovarle intorno ai 50 euro.


p.s. Non le prendete troppo larghe, le scarpe a vocazione natural vanno abbastanza "precise" soprattutto in considerazione della possibilità di utilizzarle senza soletta.
p.s.2 Ricordate di correre atterrando di mesopiede e presto fasciti e tendiniti saranno solo un lontano ricordo.


PIASTRELLA RESULT
QUALITA'  - 15/20
COMFORT - 16/20
PREZZO - 20/20
LOOK - 16/20
#MAQUANTOMIPIACE - 16/20

TOTALE - 83/100



Posta un commento
Related Posts with Thumbnails