lunedì 6 giugno 2016

Road to IronMan 70.3 Italy 2016: la guida definitiva................. per il vostro rivale

 
Sul web trovate decine di siti che vi consigliano la miglior strategia di gara su come affrontare un 70.3 o i consigli alimentari ideali per poter affrontare al meglio l'impegno
Ma nessuno ha mai pensato ai consigli studiati apposta per il vostro rivale...
Avete qualcuno che se la batte con voi e volete "farlo fuori"?
Ci pensa STEFANOLACARASTRONG.

Cominciamo da giorno prima.
Non state mai fermi, avete l'occasione per visitare la città dove gareggiate, non perdetela!
Girate per negozi, musei chiese, insomma, godetevi la città.
Non pensate a registrazione e consegna bici, quello potete farlo con calma anche un'oretta prima della partenza.
Evitate di bere molto per non avere ritenzione di liquidi il giorno dopo.
Dovete avere sempre quella sensazione di bocca asciutta.
E mi raccomando, ora che arriva la bella stagione, non provate a gareggiare con la pelle pallida.
Via il cappello e una bella abbronzatura sul viso è quello che ci vuole.

Importantissima la cena prima, con il famoso protein-load.
Evitate la pasta e carboidrati già da qualche giorno ed abbondate in proteine.
Anche il giorno della gara non partite appesantiti e mangiate poco.

Gestione gara.
Fondamentale scrollarsi da tutta la tonnara nel nuoto.
Partite a tutta, date ogni energia fino alla prima boa.
Cercate una vostra traiettoria senza cercare scia, che altrimenti vi porterebbe fuori direzione.
Per non scoordinare l'assetto respirate ogni 9 bracciate.

All'uscita dall'acqua liberatevi di ogni peso extra, buttate subito cuffia e occhialini sulla spiaggia, ma andate con calma senza fretta verso la zona cambio.
Lì, è fondamentale non sbagliarsi con le varie borse e fare tutto con estrema calma e precisione.
Per non prendere colpi d'aria o raffreddori copritevi bene in bici con manica lunga e antivento.
Se c'è vento, usate tranquillamente una bella lenticolare per sfruttare al massimo la spinta.

Anche in bici sarà importantissimo non appesantire lo stomaco con barrette, acqua e gel, altrimenti potreste avere dolori intestinali durante la corsa.
Se trovate qualche bel gruppetto numeroso mettetevi subito in scia e non tirate neanche un metro.
Godetevi ogni secondo di tifo.
Se passano i motociclisti e vi fischiano, rispondete con un saluto al loro incitamento!
Date ogni energia fino al 60°km, gli ultimi 30km sull'asse attrezzato sono tutti in discesa e favore di vento, vi voleranno via.

Per accelerare la transizione entrate in zona cambio direttamente con la bici fino al vostro numero.
Non perdete tempo a sistemare la bici, buttatela subito e correte a cambiarvi.
Assolutamente senza calzini, quella è roba da femminucce.

Dopo aver tenuto lo stomaco vuoto, ora è il momento di integrare.
Assumete barrette energetiche ogni 2km, assolutamente senza acqua.
L'acqua, invece usatela ai rifornimenti per buttarvela sui piedi per rinfrescarli!
Non perdete il conto dei giri di corsa, sono 8!
Se dovete andare al bagno, trattenete e tirate avanti, scaricherete a fine gara, non vale la pena sprecare tempo dopo tutti i sacrifici che avete fatto per preparare questa gara.

Non vi resta che tagliare il traguardo.
Se avete seguito i mie consigli e riuscite ad ascoltare la fatidica frase "YOU ARE A FINISHER!", ve la siete meritata davvero quella medaglia.
Credetemi!


 
Posta un commento
Related Posts with Thumbnails