mercoledì 22 dicembre 2010

L'abbigliamento giusto per una corsa invernale

Ascolto consigliato: "Snow on the Sahara" Anggun

Da quando mi alleno seriamente (un annetto e mezzo) non ho mai interrotto gli allenamenti.
Per vari motivi sono stato gli ultimi 15 giorni senza allenarmi.
All'inizio mi suonano come una rinuncia poi penso che potrebbero essere anche un'ottima occasione per far riposare i tendini infimmati che mi perseguitano da un mese.
Tanto più che i dolori erano quasi spariti.
Sono un po' di giorni che sto rintanato a casa e quelle poche volte che sono uscito sono stato investito sempre da una temperatura artica.
Quindi mi preparo a dovere.
Maglia tecnica traspirante, maglia tecnica termica, pantaloni lunghi termici e cappellone polare.
Esco di casa e dopo qualche passo mi accorgo che non fai poi così caldo.
Più corro e peggio è, ho beccato una giornata primaverile in mezzo ad una serie di giornate a -5.
Pazienza.
Dopo il primo chilometro sto benissimo, mi mancava riprendere a correre.
Al terzo chilometro vado in affanno che mi porterò fino alla fine.
Al quinto chilometro torna il dolore alla coscia sinistra.
Al settimo chilometro riaffiora il dolore al ginocchio destro che mi aveva abbandonato ormai da un anno.
Al nono chilometro decido che come rientro nella corsa può andare bene.
E in serata abbuffata di ghiaccio e voltaren.

Posta un commento
Related Posts with Thumbnails