lunedì 2 maggio 2011

La mia dieta

Questo è un post sulla mia dieta vegetariana.
E' un tipo di alimentazione che seguo dopo aver consultato vartie fonti autorevoli e professionali, cercando di ricreare un tipo di alimentazione bilanciato e completo ma, naturalmente, la mia personale dieta non è stata prodotta da alcun medico (anche per ora non ne ho bisogno) e dunque deve essere considerata come un mero esempio individuale.
Scopo di questo articolo non è quindi dimostrare se sia meglio una dieta onnivora o vegetariana (non sia mai!) ma fornire un dato di fatto - io - che comunque seguire un tipo di alimentazione vegetariana NON FA MALE E NON HA BISOGNO DI ESSERE INTEGRATA.
Ho 33 anni.
Per 22 anni, finchè ho vissuto a casa, non è che mangiavo molta carne, mangiavo SEMPRE carne.
Spesso anche a pranzo e cena.
Era buona e la mangiavo con piacere.
Per 30 anni ho provato disgusto per qualsiasi cosa verde ci fosse in un piatto. 
Piano piano ho cominciato a mangiare qualche verdura.
Poi, spinto da una maggiore curiosità e consapevolezza, dopo comunque essermi esaustivamente informato,  ho iniziato a non mangiare più cadaveri da settembre 2010.
Da allora ho continuato a gareggiare, sia nel triathlon che nel podismo (sempre con scarsi risultati, ma questa è un'altra storia).
Da gennaio, in vista dell'Ironman che farò a giugno a Pescara, ho aumentato il volume dei miei allenamenti con carichi che mai avrei pensato di sopportare (allenamenti da 3.500mt a nuoto, combinati bici/corsa da 75km+13km o 55km+20km, come ieri) ed il mio fisico nei risente decisamente in meglio (anche esteticamente, il che non guasta).
La domanda ora che vi faccio è: chi è convinto ancora che NON mangiare animali (spesso malati, deformati ed imbottiti di farmaci, ma anche questa è un'altra storia) indebolisca?
Quindi, amici miei, rimane la questione etica, ma se nulla importa...


Questa è la mia dieta:
  • Colazione
    • latte di soia
    • dolce fatto in casa o fette biscottate con miele e marmellata
  • Mattina
    • mela o spremuta d'arancia
    • snack ai cereali
    • un pacchetto di cracker
    • succo di frutta
  • Pranzo - naturalmente si varia tra:
    • farro, riso e lenticchie, fagioli, pasta in bianco (perchè mi piace così), seitan, tofu, cotolette di soia, zuppe varie, formaggi e naturalmente, verdura in abbondanza
  • Pomeriggio
    • banana o frutta secca
    • snack
    • cracker o un panino
    • noci
    • parmigiano
  • Cena
    • le stesse cose del pranzo e una volta a settimana una bella pizza
Ho eliminato gli alcolici (birra e vino), ma sinceramente non ne sento proprio la mancanza.
Ho eliminato il dolce dopo cena (che ho sempre mangiato per 30 anni), ne mangio di più a colazione ma c'è tutta la giornata per "bruciarlo".
Mangio ancora troppe caramelle, ma questo, alla fine,
Posta un commento
Related Posts with Thumbnails