lunedì 29 agosto 2011

Il mio livello di triathleta secondo la "Triathlete's Training Bible"


Per gli appassionati di triathlon, uno dei libri fondamentali dove apprendere tutte le assurde fisime tecniche che ci piacciono tanto è la famosa "Triathlete's Training Bible" di Joe Friel.
Effettivamente, anche per un princiapiante, è piena di consigli (attenzione attenzione, anche utili) e metodi di allenamento facilmente comprensibili anche ai novizi (non esiste però una versione in italiano).
Nei primi capitoli del manualone sono presenti anche un paio di test "psico-attitutudinali" che ricordano tanto il famoso Minnesota Test delle visite mediche per il servizio militare.
Si tratta di definire le proprie "Natural Abilities" e "Mental Skills" per evidenziare punti di forza e deboli su cui eventualmente lavorare.
Per quanto possa essere attendibile, tra le "Natural Abilities" il mio risultato è stato:
  • Endurance (abilità a resistere alla fatica): 4/5
  • Speed skills (abilità di muovere le parti del corpo rapidamente ed efficacemente): 4/5
  • Force(abilità nell'usare la forza muscolare): 2/5
Secondo questa tabella (4&5=punti di forza; 1-2-3=punto debole) il mio punto debole sarebbe la forza, motivo per cui dovrei necessariamente cambiare il mio soprannome di stefano "STRONG"...

Nella tabella delle "Mental skills" invece i miei risultato sono stati:
  • Motivation: 26/36 Good
  • Confidence:  21/36 Average
  • Thought Habits: 26/36 Good
  • Focus: 20/36: Fair
  • Visualization: 30/36 Excellent
Che con la mente immaginassi sempre di vincere l'Ironman Hawaii e poi mi ritrovo sempre ad arrancare negli ultimi 5km di uno sprint, comunque, l'avevo già capito...
Posta un commento
Related Posts with Thumbnails