giovedì 8 settembre 2011

Gente che si incontra in zona cambio [il giudice]

Lo trovate che si aggira in zona cambio ben prima di quando arrivate. Cerca lo sguardo di tutti gli atleti che a poco a poco arrivano per decidere chi gli sta antipatico per affibbiargli qualche ammonizione immotivata. In particolare punta i nuovi arrivati ed inesperti, aspettando che gli chiedano qualche informazione per poi rispondere freddamente "ma lei è venuto a gareggiare ogni senza aver letto il regolamento?" Alla classica domanda dell'esordiente "ma la roba in zona cambio va a sinistra della bici guardandola oppure avendola di fronte?", invece di rispondere semplicemente "lato catena", ci gode a rispondere "ragazzi, la sinistra è sinistra per tutti!". Ha sempre con sè un metro tascabile per calcolare al millimetro la lunghezza delle prolunghe. Nelle gare con scia vietata sceglie sempre di visionare il percorso con mezzi silenziosissimi, giungendo alle spalle dei ciclisti con l'aria di un inquisitore. Di solito lascia passare le irregolarità più evidenti per concentrarsi su inutili particolari (orecchini, nome della squadra sul body, lunghezza omologata di tatuaggi e peso consentito delle otturazioni dentistiche...). Tutta questa puntigliosità, naturalmente, scompare quando si trovano davanti il figlio che sta gareggiando...
Posta un commento
Related Posts with Thumbnails