giovedì 19 gennaio 2012

Gente che si incontra in Zona Cambio [la moglie del triathleta]


[Dal momento che in casa c'è chi può interpretare al meglio tali sensazioni, ho pensato di far scrivere il post direttamente a mia moglie...]

Durante una gara la si riconosce dalla mole di cose che suo malgrado e' costretta a portare.
Quando e' fortunata queste cose sono inanimate, quando invece non lo e', oltre al solito carico, ci sono i figli, spesso piu' di uno e comunque troppo eccitati dall'evento per ricordare ogni cosa negli anni la sventurata abbia tentato di insegnare loro circa il saper stare in strada.
Molte volte viene lasciata a piantonare bici costosissime in attesa che la zona cambio venga aperta o, peggio, altre volte deve fare l'inventario di tutte le cose che potrebbero servire al marito perché lui e' evidentemente impegnato a sistemare le nuovissime scarpe da bici sui pedali con elastici poco consoni.
In questi momenti, inoltre, deve mettere in atto tutte le strategie da lei conosciute per cercare di rendere le cose il piu' semplici possibili.
La mia specialita'  in tal senso e' quella  di tacere e non fare domande inutili ( ma queste miei cari sono cose che vengono affinate col tempo e l'esperienza).
Un altro segno distintivo e' quello della fotocamera al collo, ogni volta piu' sofisticata della  precedente, per poter immortalare l'uscita dall'acqua, il rilancio sui pedali e, perché no, uno sprint finale sulla linea d'arrivo.
E quando la gara finisce?
Beh, quando la gara finisce deve elargire complimenti a volontà...... Ma questo non le rimane tanto difficile, perché nonostante tutto e'  tanto orgogliosa del suo grande campione!
Posta un commento
Related Posts with Thumbnails