VOTA ADESSO!

lunedì 29 aprile 2013

Mental Training


Ho sempre odiato quelle cazzate tipo mental coaching, zen ecc...
Vabbè, un po' freakkettone lo sono pure, ma riconosco quanto 'ste cose siano, fondamentalmente, tutte stronzate.
L'allenamento mentale al quale accenno è un'altra cosa.
Intendo il riposo mentale.
Vengono da un periodo di allenamento abbastanza intenso, non eccessivamente, ma neanche di scarico.
Non ne sto risentendo troppo fisicamente.
Certo sto un po' imballato, ma la forma è buona e tutto fila liscio.
Quella che comincia un po' a scricchiolare è la testa.
(Tra l'altro il mio amico Claudio "il filosofo" Alhadeff dice che sono forte di testa - che non so se è un complimento o un modo gentile per dirmi che sono una pippa fisicamente - e quindi se cede pure quella è la fine)
Dopo un paio di mesi fatti di domeniche di gare ed allenamenti "lunghi", sentivo il bisogno di passare con calma una domenica in famiglia.
Tanto più che adesso cominciano i due mesi di forcing finale per arrivare a Klagenfurt.
In un atto di rara clemenza, coach Diego mi ha concesso ben due giorni di riposo.
All'inizio ho provato anche a storcere la bocca...
"Ma no dai, sabato un po' di bici posso anche farla..."
In realtà i due giorni di riposo hanno fatto alla grande il loro dovere.
Ho ricominciato la settimana riposato nel corpo e pronto con la testa a faticare nuovamente.
Che poi la domenica al centro commerciale con due bestioline impazzite possa essere più sfiancante di un combinato, è un'altra storia...


Posta un commento
Related Posts with Thumbnails