VOTA ADESSO!

lunedì 22 luglio 2013

Sette Canasse (e le colazioni imbarazzanti)


Anni fa, in vacanza con i miei zii e le mie cugine, ci imbattemmo in albergo con un individuo che puntualmente razziava completamente il tavolo imbandito per la colazione.
"Sette Canasse", ovvero "Sette Mandibole" in dialetto di Tivoli, e' il soprannome che la sua voracità si meritó.
A distanza di anni, ripensare alla pienezza del vassoio di "Sette Ganasce" mi fa sorridere. 
Corrisponde a malapena a metà di quello che divoro io nella prima tornata delle mie colazioni.
Sí, perché finito il primo "giro" mi rialzo armi un paio di volte.
Cornetto, ciambellone, crostata, torta di mele e biscotti vari ad ogni botta.
È vero, faccio schifo, ma la cosa bella è che non ne approfitto ora che sto in vacanza, ma corrisponde al mio standard abituale.
Solo che a casa mia moglie ormai mi conosce, in albergo mi sento sempre gli occhi puntati addosso.
E così sono costretto ad inventarmi cazzate a voce alta tipo "Jacopo, papà ha preso io cornetto anche per te!"
"Papá ma io non lo voglio il cornetto!"
"E allora se lo mangia tua sorella"
"Papá non lo voglio neanche io!"
La verità e' che a tavola so dare il peggio di me (ed e' anche il motivo per cui spesso rinuncio ad inviti a case altrui) ed anche in albergo corrispondo al classico vicino di tavolo che nessuno vorrebbe avere!
Chissà che soprannome mi avranno affibbiato...
Posta un commento
Related Posts with Thumbnails