lunedì 12 agosto 2013

Corri tra vie e vicoli a Ciciliano 2013: podistica di 9km

Una corsetta per ricominciare con qualche podistica...
Alla faccia della corsetta...
Nove chilometri scarsi, è vero, ma senza neanche un metro di pianura.
Tipica gara di paese, ambiente rilassato e festaiolo e non troppa gente, proprio come piace a me.
Si corre alle 18,30 col fresco.
L'ambulanza prevista si scassa e ritarda mezzora, si parte alle 19.
Con me c'è Lucaone, che si è scordato i pantaloncini per correre e si presenta alla partenza con i bermuda.
In prima fila si imbucano i ragazzini del paese che al "via" schizzano a bomba.
Si scende in picchiata per due chilometri, poi si fa qualche centinaio di metri in mezzo al bosco e poi si risale per altri due chilometri lungo i borghi di Ciciliano con pendenze tremende.
Tutto da ripetere due volte.
Il primo giro cerco di gestire ma la velocità è quella che è.
Dopo i primi chilometri di assestamento le posizioni rimangono abbastanza definite.
Mi affianca Antonio, veterano degli ultratrail.
Chiacchierando (lui, io ansimo) scopriamo di avere qualche amico in comune ed in compagnia la sofferenza di quelle pendenze passa velocemente.
Negli ultimi strappi vado un po' in affanno ma Antonio decide di aspettarmi e finire insieme, un gran bell'aiuto per me!
Ultimo chilometro, entriamo nel paese, vicoli e vicoletti strettissimi.
Sbucando da uno ci ritroviamo in mezzo ad un matrimonio e siamo costretti a fare lo slalom per non abbattere nessuno.
Qualcuno ne ha abbattuto invece Lucaone, che si è fatto tutta la gara in prima posizione.
Vincere una gara in bermuda è uno schiaffo alla scarsezza di tutti gli altri concorrenti.
La prossima gara viene a farla con le infradito.
Io chiudo in settima posizione.
Settimo assoluto.
E quando mi ricapita?
Bella roba eh!
 
video


 

 

Posta un commento
Related Posts with Thumbnails