VOTA ADESSO!

giovedì 13 marzo 2014

La posizione crono in bici del triatleta

 
La posizione da crono è croce e delizia per i triatleti.
Devono associare aerodinamica, comodità e, sopratutto, estetica.
Per questo motivo è aperto scontro con i classici biomeccanici, che si "ostinano" a e mettere in bici triatleti con posizioni, a detta degli stessi triatleti, allungate, non consone ad una distanza di 90 e più chilometri e brutte esteticamente.
E così, dopo essere usciti dallo studio del biomeccanico con un po' di soldi in meno ed un foglio pieno di calcoli matematici ed astratte figure geometriche, il triatleta decide di mettersi in sella da solo.











La soluzione è univoca.
Di solitol'ordine di procedura segue meticolosamente tali operazioni arbitrarie:
  • comprare una sella ISM, anche se non si pedala in punta
  • avanzare totalmente la sella
  • alzare la sella
  • montare al contrario la pipa manubrio
  • avanzare ancora un po' la sella, che già stava alla massima estensione
Il risultato finale è qualcosa che non ha più nulla a che vedere con una posizione ciclistica e che somiglia più alla spinta in piedi nel classico esercizio di "step" che si ammira nelle palestre...
...ma che, finalmente, ci piace tanto!



Posta un commento
Related Posts with Thumbnails