lunedì 19 maggio 2014

Triathlon Sprint Trevignano 2014: ottima gara (la mia) su uno dei triathlon laziali più belli! (+ classifiche)

 
 
Sto in un buon periodo di forma.
Nonostante stia caricando parecchi chilometri le gambe rispondono e recuperano bene anche in brillanetezza.
Inutile dire che, anche se naturalmente privo di ogni ambizioni, speravo di fare bene a questo triathlon.
Tanto più che Trevignano è una gara che mi piace tantissimo, con un percorso in bici ondulato e con qualche salitella come piace a me.
 
In acqua, dopo un po' di tempo, mi risento subito a mio agio.
La decisione delle gare Forhans quest'anno di fare partenze scaglionate da 100 persone ripaga sulla qualità dell nuotata, evitando troppi affollamenti.
Dopo una partenza fuori soglia che pago sempre, prendo subito un buon ritmo riprendendo parecchia gente.
A metà percorso vedo davanti a me un gruppetto e poi il vuoto, mi giro e ne trovo parecchi dietro di me.
Provo ad allungare per rientrare sul primo gruppo ma vanno troppo forte, intanto mi supera uno con un bel ritmo e mi ci accodo.
Esco dall'acqua finalmente soddisfatto ma in una posizione un po' a "bagnomaria" tra i due gruppi.
Faccio praticamente 15km di cronometro in bici da solo dove non mi riprende nessuno e riprendo un paio di persone.
I muscoli bruciano un po' per i 180km di venerdì ma spingono comunque bene.
A 5km dalla fine capisco che è impossibile (ed inutile) provare a riprender eil gruppo davanti a me (che non stava a più di 20/30") e mi faccio riprendere dal gruppo dietro fatto da una quindicina di elementi.
Subito arriva qualche sfottò dal gruppo...
"Ti vai a vedere il Giro d'Italia e poi non ce la fai?"
Mi riposo un attimo e poi allungo nuovamente sullo strappetto del Vicarello, 700mt che a due chilometri dalla T2 permettono comunque di fare una selezione.
Rimaniamo in 4-5 e tiriamo fino alla zona cambio.
Cappello da panda e via.
E continuano le belle sensazioni di quest'anno... corro bene anche dopo la bici.
Il passo è fisso sui 3'55"/3'50", ed anche in questa frazione nessuno mi supera e riesco a risucchiare qualcuno.
Sul rettilineo finale sento Luca che mi dice di fare lo sprint.
Non mi pare di avere alcuno dietro ma comunque allungo.
19° assoluto... e quando mai!
E' vero, non era gara di rank e mancavano alcuni elite,  ma la mia bella prestazione rimane.
Nonostante è quelahce anno che preparo distanze lunghe, mi diverto sempre parecchio a fare anche gli sprint...
...ma ora il divertimento è finito, ora si comincia a fare sul serio.
Prossimo appuntamento, Ironman 70.3 Italy.
1 giugno a Pescara.
Siete tutti invitati.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Posta un commento
Related Posts with Thumbnails