giovedì 4 settembre 2014

Roma By Night Run: allora mi ricordo ancora come si corre!


Dopo Francoforte sono scomparsi dalle miei gambe i ritmi veloci.
La resistenza, più o meno, è rimasta, ma appena le andature cominciano ad aumentare subentra una fatica alla quale da mesi non sono più abituato a sopportare.
Con queste premesse, i dubbi su questa mezzamaratona erano molti, perlomeno sul fatto di fare una gara di qualità.
La partecipazione era dunque legata innanzitutto a mettere su un po' di chilometri in vista dell'Elbaman, al fatto di correre in compagnia a fianco di qualche amico e di onorare la prima edizione di una gara che effettivamente sarà ottimamente organizzata.
Da una mezzamaratona in notturna a Roma è iniziato a 32 anni il mio cammino "agonistico", vediamo dopo 5 anni che cosa ho combinato.

Alle 22 schierati sulla linea di partenza vi cino a me ci sono Lucaone, Giorgio, Edo, Max, BigZ e tante altre facce conosciute, tra cui tantissimi triatleti ed anche un buon numero dei miei amici della Green Hill e della Tivoli Marathon.
Il primo chilometro mi toglie il fiato.
Andiamo a 4'20" ma mi sembra di fare uno sprint di 100mt.
Al km2 ci assestiamo su 4'15" di passo.
Va bene, ma non credo di reggerlo per tutta la gara.
I primi sette chilometri passano così, senza fiato neanche per fare una battuta, nonostante abbiamo formato un bel gruppetto di amici.
E poi, improvvisamente, al 7°km si scioglie tutto.
Aumento un po' l'andatura e piano piano il gruppetto si sfalda.
Senza forzare fino alla morte vado avanti per una decina di chilometri così.
Al giro di boa davanti l'Aquaniene faccio il punto della situazione dei miei compagnia di viaggio.
Lucaone passa tra i primi dieci assoluti, Edo mi sta un centinaio di metri avanti e Giorgio, che paga un po' lo sforzo dell'Ironman fatto da appena un mese, ha ceduto un po'.
Al 17° mangio una delle barrette energetiche homemade che mi ha preparato Alessia ed aumento ancora un po'.
C'è poca gente intorno a me, e vado a riprendere tutti quelli che vedo davanti.
Al 20°km mi dispiace quasi che stia per finire.
Taglio il traguardo in 1h28' in 52^ posizione su un migliaio di iscritti, solo un minuto in più del mio PB fatto alla Roma-Ostia nel mio miglior periodo podistico.
Non male, no?

(qui la classifica completa)











Posta un commento
Related Posts with Thumbnails