lunedì 25 giugno 2018

Cosa dobbiamo aspettarci dal prossimo IronMan Italy? (Intervista al Race Director Fabrizio Cutela)


 
Ho conosciuto Fabrizio quando ha organizzato il triathlon su media distanza a Varano.
Lui era alle prime armi come organizzatore ed io alle prime armi come triathleta.
Dopo un po' di anni e un po' di esperienza in più, ci siamo incontrati nuovamente per sapere cosa ci aspetterà al prossimo IronMan Italy in programma a Cervia il 22 settembre 2018.
Naturalmente le domande saranno sempre panda-style, quindi aspettatevi il peggio, come sempre...
 
1.Ci siamo conosciuti alla prima edizione del varano triathlon, cosa è cambiato da quel giorno ad ora
che sei Race Director di IronMan Italy?
Davvero! Quanto tempo, ma il ricordo è vivissimo, soprattutto di quel pazzo, se non ricordo male non del tutto esile, con il berretto da Panda.... 
Cos'è cambiato? Beh tante notti insonni allora, tantissime adesso, lo stesso entusiasmo ma l'asticella un pò più alta.

2. Ci saranno cambiamenti del percorso rispetto all’anno scorso?
E' un segreto ma a te lo posso svelare: non cambia nulla infatti saranno sempre 3.8km a nuoto, 180 in bici e 42.2 di corsa. Non dirlo in giro per favore!

3. Perché chi ha già partecipato alla precedente edizione dovrebbe tornare anche quest’anno?
Perché se ha dimenticato qualcosa in stanza d'albergo non può lasciarla lì ancora per un anno! No dai, seriamente qui l'entusiasmo di voler accogliere e coccolare sempre di più pubblico e partecipanti è sempre alle stelle, del resto la Romagna è famosa per questo, allora mi chiedo, perché non esserci?

4. Mi riveli qualche scorciatoia per tagliare il percorso?
Se prendi la prima a sinistra e poi la seconda a destra in un attimo sei arrivato, però occhio che se fai così "vai direttamente in prigione senza passare dal via"

5. Qual è la richiesta più assurda che un professionista ha posto come requisito per la sua
partecipazione?
I pro sono pro in tutto! Le richieste più assurde invece arrivano sempre dagli AgeGroup, come  quello che prima di iscriversi, siamo circa a Marzo, mi ha chiesto se la muta era consentita altrimenti non si sarebbe registrato! 

6. Hai intenzione di istituire un premio anche per chi fa la transizione più veloce, visto che la zona
cambio è lunga quanto una gara di corsa?
La transizione è lunga apposta perché gli applausi durino di più! Non è già un bel premio?

7. Qual è la gara di triathlon meglio organizzata che hai visto?
Ne ho viste poche mal organizzate, molte con qualche piccolo problema, tantissime che lasciano il segno in noi appassionati. Ma se ti devo citare una gara fra quelle che ho visto ben organizzata, senz'altro penso a Bardolino perché ha 35 anni di età ma è sempre quella che stupisce di più per innovazione. 

8. Qual è l’aspetto più difficile per organizzare un evento di queste dimensioni?
Sicuramente orchestrare 1500 persone fra volontari, staff e addetti è una delle sfide più importanti ma Ironman ha 40 anni di esperienza e sfruttando al meglio questo know how le cose diventano più semplici, mai facili ma più semplici!

9. Se arrivo primo assoluto cosa vinco?
Per te oltre al premio previsto dobbiamo inventarci un premio speciale, dammi qualche giorno ancora per pensarci.

10. Che rapporto c’è con gli altri organizzatori di gare long distance in Italia, rispetto, menefreghismo o coltelli affilati?
Personalmente ho buoni rapporti con tutti, c'è un annoso problema che è quello degli incastri delle date quando si inserisce una nuova gara in calendario che crea sempre un po' di attriti, ma questo è anche sintomo di uno sport in crescita per cui non lo vivo come un ostacolo fra organizzatori. Vorrei anche dire che sto imparando tanto da chi fa questo mestiere da più tempo di me e la mia gratitudine è sempre davanti a tutto. 

11. Quantifica il numero di persone che ti hanno chiesto se gli rimediavi un’iscrizione gratis.
Ho perso il conto a 10 perché so solo contare con le dita delle mani....

12. Perché in Italia non si riesce ancora trasmettere IN DIRETTA una gara di triathlon, troppe richieste economiche o mancanza di mezzi tecnici?
Penso si tratti di un problema di "domanda/offerta" in ogni caso in un prossimo e vicino futuro penso che qualcosa si muoverà, dopotutto siamo o non siamo una disciplina spettacolare?

13. Se potessi avere un atleta a piacere alla partenza, chi vorresti?
Tutti i primi 50 Uomini e le prime 50 Donne del ranking Ironman 

14. Se potessi NON avere un atleta alla partenza, chi NON vorresti avere?
NON vorrei Don Matteo, il suo modo di scendere dalla bici potrebbe mettere in imbarazzo i 100 di cui sopra 

15. I posti disponibili sono finiti, vogliamo prendere per il culo quelli che hanno tergiversato e
non hanno fatto in tempo ad iscriversi?
Ma no anzi se avessi la possibilità li farei rientrare tutti, a costo di arrivare a Pesaro con l'estensione della zona cambio...

16. Dopo l’arrivo consigli piadina o lambrusco?
Piadina e Sangiovese, il lambrusco lo beviamo volentieri quando andiamo in Emilia 

17. La domanda più frequente che i partecipanti ti rivolgono i giorni prima della gara?
Muta si muta no, la risposta è sempre quella: si decide 1 ora prima della partenza

18. Dopo aver portato un IronMan full distance Italia, ci porti anche le Olimpiadi?
Preferirei i mondiali di calcio

19. Si vabbè, ma alla fine che sarebbe ‘sto IronMan Italy?
'Na garetta

20. Un saluto speciale per il Team Panda… e ti aspettiamo per una bella foto di gruppo con noi,
naturalmente ti vogliamo vestito da panda!
Panda a nuoto Panda in bici Panda di corsa.... P'andà come te pare! Daje Ragà!
 
Il primo incontro con Fabrizio a Foce Varano

2 commenti:

Karim ha detto...

La foto con Master... mi sono commosso!

Stefano La Cara ha detto...

quando Master era un atleta!

Commenti

Commenti 2

Related Posts with Thumbnails