venerdì 7 dicembre 2018

Fare un IronMan in 16 ore: giusto o no?


Giusto per mettere in chiaro quanto ho detto in modo provocatoriamente ambiguo nell'ultimo post...

SI', E' GIUSTISSIMO

Purtroppo, si vede sempre più gente criticare gli altri su come affrontano le proprie gare.
Persone che dileggiano o peggio ancora giudicano  chi si iscrive ad un IronMan per poi finirlo in 16 ore e passa.
(Tra l'altro ho visto fare queste critiche ANCHE da persone che hanno fatto il loro primo IronMan in 16 e magari ora sono arrivate a farlo in 13.)
Quello che ho precisato nel post precedente è che il miglior consiglio tecnico sarebbe quello di partire da uno sprint fino ad arrivare a fare BENE un 70.3 e quindi partecipare ad un IronMan.

Ma per fortuna non c'è solo la tecnica, non c'è solo la tattica, i dati scientifici e soprattutto non ci sono solo le cose che vanno fatte perché qualcun altro decide cosa sia giusto per te.
Per fortuna ci sono anche le passioni, che a volte ti permettono di fare anche una scelta sbagliata, ma che alla fine ti lasciano un ricordo o un'emozione POSITIVA molto più intensa di quelle che avremmo potuto vivere facendo una scelta "diversamente giusta".

Credo che non ci sia alcuna male nel voler affrontare una gara anche se la preparazione non è andata perfettamente o la forma fisica non è al 100%, purché naturalmente ci siano le condizioni di prepararla e concluderla senza rischi per la salute.

E credo che il vero problema e male del triathlon, sia proprio chi si permette di giudicare le motivazioni che portano una persona ad iscriversi o gareggiare in un IronMan.

Vorrei concludere facendovi un personalissimo esempio pratico di quello che ho scritto sopra.

Nel 2013 ho concluso il mio primo IronMan a Klagenfurt.
Probabilmente non ero prontissimo e sicuramente non avevo ancora concluso un 70.3 bene.
Sapete come è finita?
Con un arrivo che neanche il miglior sceneggiatore avrebbe potuto scrivere.
Io che all'ultimo chilometro della Maratona finale ritrovo senza averlo programmato prima, due amici, ci abbracciamo e passiamo sotto il traguardo insieme con la bandiera italiana.
Un ricordo indescrivibile.
Se avessi seguito "il giusto consiglio" e se avessi proceduto per step prima di arrivare all'IronMan, mi sarei perso questa emozione.
Ne sarebbe valsa la pena?
La mia risposta l'avete capita, ora fatevela voi stessi...

Nessun commento:

Commenti

Commenti 2

Related Posts with Thumbnails