giovedì 10 marzo 2011

La telenovela della Maratona: la faccio, anzi no, vabbè sì, ma 'ndò vado


Sabato: gli allenamenti, nonostante le pause forzate, sono ripresi bene, sono molto fiducioso per la Maratona e comincia a prendermi anche quella giusta euforia.

Domenica: faccio il "lungo" di 26km. Un fallimento. Rivedo i miei piani (in sostanza mi chiedo "ma 'ndo cazzo vai tra due settimane'")

Lunedì: in piscina nuoto come non mai. Il miglior allenamento mai fatto, ottime sensazioni e perla la prima volta nuoto oltre i 3km. Ho recuperato bene dalla debacle del giorno prima, tanto vale farla, 'sta Maratona...

Martedì: Diego mi dice di non farla assolutamente, Paolo mi dice di non farla assolutamente. Entrambi mi dicono al massimo di fare una trentina di chilometri e magari sfruttarli aggiungendoci un po' di bici. Ma se vado lì la devo finire, partire già sapendo di fermarmi al 30° non mi va giù. Comunque, se Diego e Paolo mi dicono di non farla, perchè dovrei farla? Meglio seguire i consigli di chi ci capisce (molto) più di me.

(attenzione, fino ad ora la decisione cambiava di giorno in giorno, da adesso in poi cambierà ogni mezza giornata)

Mercoledì mattina: in ufficio già cominciano a sfottermi per il fatto che sto rinunciando. Aldo, sulle ali dell'entusiasmo dell'ultimo lungo (il suo) addirittura dice che la farà anche da solo. Mica posso cedere così: la faccio e vaffanculo a tutti (a me più che altro).

Mercoledì pomeriggio: assillo alessia per tutto il pomeriggio con le mie fisime ed i miei dubbi. Alla fine mi fa capire che domenica scorsa il mio corpo mi ha detto chiaramente di non essere pronto. E poi, se mi finisco di spaccare, addio Ironman a Giugno. E' evidente che abbia ragione. Ed una ragione me la faccio anche io. Niente Maratona.

Giovedì mattina: imbottigliato nel traffico penso "ma se non la faccio poi con quale faccia mi metto lo zainetto del pacco gara? Sai che faccio, me ne vado tranquillo insieme ad Aldo così mi diverto pure, sto in compagnia, mi godo una bella gara e sto con la coscienza a posto". Telefono ad Alessia euforico "la faccio!" "Lo sapevo" mi risponde.

Giovedì pomeriggio: vado in pista ad allenarmi. Le sensazioni sono ottime (anche se l'allenamento è leggero). Il morale torna a salire. Finisco l'allenamento e vado a fare una corsetta defaticante sull'erba. Il ginocchio destro si blocca. E' grosso come un melone e non riesco a piegarlo e nemmeno a camminare. Farci 42km sui sampietrini di Roma sarebbe una sofferenza. E una stronzata. E rovinerei tutto per Pescara. telefono ad Alessia "te lo dico in un momento di lucidità, non la DEVO fare, e se cambio idea trova il modo di farmela passare..."

Venerdì:
SMS 11 Mar 2011 15:16 Da:Stefano A:Ale "Il ginocchio va un po' meglio..."
SMS 11 Mar 2011 15:24 Da:Ale A: Stefano "E' un modo x dirmi che ci stai ripensando?"

ULTIMO AGGIORNAMENTO
Domenica:
Festa di compleanno di bambini. Jacopo si prende febbre e cacotto.
Lunedì: Mavi si prende febbre e vomito.
Martedì: Alessia si prende febbre e nausea.
Mercoledì: chi si prende febbre e nausea? Addio Maratona...
Posta un commento
Related Posts with Thumbnails