martedì 27 settembre 2011

Come iniziare a fare Triathlon

Negli ultimi mesi mi ha scritto qualche persona giunta sul mio blog, chiedendomi qualche consiglo su come entrare nel mondo del triathlon.
Di conseguenza mi sembra utile mettere a disposizione perlomeno la mia “visibilità” sul web per fornire qualche piccola informazione (dopotutto, forse, chi è molto più esperto potrebbe lasciar qualche utile particolare  per lui irrilevante, ma che potrebbe tornare di grande aiuto per un neofita).
Innanzitutto quindi, se siete arrivati su questa pagina cercando qualche consiglio per entrare nel mondo del triathlon, BENEVNUTI! Sicuramente non vi pentirete di far parte di una disciplina così affascinante che per evitare di annoiarsi ha inserito tre sport in uno! (In realtà di motivi per pentirsene ce ne sono in grande quantità, ma questa è un’altra storia…)
Scopo di questo post e di (sperare di) chiarire qualche dubbio su quello che c’è da fare PRIMA di infilarsi costume, caschetto e scarpe da ginnastica (magari non tutti insieme) e cominciare ad allenarsi. 
Prima di tutto le cose fondamentali.
Per gareggiare c’è bisogno di un certificato medico agonistico per il triathlon. Se ne hai già uno per l’atletica leggera (quindi per le corse podistiche) in teoria non va bene. La FIDAL (Federazione Atletica Leggera) e la FITRI (Federazione Triathlon) sono appunto due Federazioni diverse e l’abilitazione per una gara agonistica deve essere specifica per quello sport.  (In realtà, anche se non si potrebbe, qualche società chiude un occhio e vi iscrive lo stesso… i problemi maggiori potrebbero esserci in caso di infortunio in gara e quindi di mancanza di copertura assicurativa). Paradossalmente, se avete un certificato medico agonistico per il nuoto, uno per il ciclismo, ed uno per la corsa, comunque non potreste partecipare ad una gara di triathlon…
La visita medica agonistica per il triathlon, comunque, è tale e quale a quella degli altri sport. I prezzi di una visita medica agonistica variano più o meno tra i 30 e le 60 euro. Se vi chiedono di più probabilmente  sono ladri con il camice.
Seconda cosa, per partecipare ad una gara di triathlon devi essere necessariamente tesserato con una società di Triathlon. Questa è la lista delle società affiliate alla FITRI, ma forse vi conviene cercare su Google "Triathlon + il nome della vostra città"...
Oppure, meglio ancora, tesserarvi con la nostra squadra TEAM PANDA!
I costi dei tesseramenti variano molto dall’offerta, dal momento che possono includere più o meno obbligatoriamente anche il prezzo del body (di solito i prezzi dei tesseramenti senza body sono tra i 30 ed i 50 euro). Da regolamento è obbligatorio indossare un body di una squadra (per essere identificabile in gara), tuttavia se vi presentate con un body “no logo” nessuno vi verrà a dire niente… (i body li trovate dai 40 euro in su, ma anche più su...)
A meno che la prima gara da affrontare non si farà a Luglio o Agosto, è meglio avere una muta. Lì i prezzi cominciano a salire (un usato entry level discreto può costare tra i 100-150 euro),  spesso però si può anche affittare in qualche servizio di noleggio presente sul campo di gara (meglio informarsi prima, comunque). E’ vivamente consigliabile provare prima ad infilare e togliersi una muta, perché se ci si mette 10 minuti, allora è meglio congelarsi le palle e nuotare solo col body…
Per la bici per favore non chiedetemi se si può partecipare con una mountain bike. Sì, si può, però io ho un’avversione innata a quelle cose con le ruote larghe ed il manubrio orizzontale… per me  a questo punto è meglio riprendere in garage il ferraccio di nonno e sistemare quello! Di fatto, per iniziare, un bici entry level a basso costo (che in effetti non troverete a meno di 500 euro) è più che sufficiente!
Per la corsa, per fortuna, all’inizio basta quello che avete già…
Ora che più o meno sapete quello che ci vuole per iniziare, non vi resta che fare quella cosa che riempirà ogni vostra giornata, vi farà litigare con vostra moglie, non vi permetterà più di vedere i vostri figli, vi rovinerà gli studi, vi priverà di ogni piacere culinario e vi farà svegliare presto l’unico giorno di riposo settimanale: l’allenamento!
Daje così!

E se cercate qualcuno che vi alleni... il Panda è a vostra disposizione!

14 commenti:

nino ha detto...

due parole giusto per infondere coraggio.
ma di tutto quello che hai scritto quello che reputo più importante sono le ultime 6 righe.
parole sante

stefanoSTRONG ha detto...

più che altro parole tragiche...

Only ha detto...

o madonna, ma sei tragico!! Primo triathlon spesa: 5 euro per il tesseramento da amatore, un costume da bagno, una bici prestata. E la muta è solo un modo per andare più forte se fai le gare da noi, ho nuotato con 21 gradi in lago e non è freddo se stai facendo una gara!!!

stefanoSTRONG ha detto...

ok, puoi esordire così, ma il problema ti si ripropone alla gara dopo (sempre se uno ha intenzione di continuare)...tanto vale togliersi subito il dente...

Only ha detto...

Stefano sei come mio marito: ancora prima di iniziare a nuotare aveva già comprato tre costumi (slip chiaramente) della speedo, di cui uno da 60 euro... Quando ha iniziato a correre ha preso prima il Garmin delle scarpe e per la bici...lasciamo perdere, che lì era lo sport che faceva da giovane, quindi era chiaro che sarebbe partito dal top. Io avrei continuato a gareggiare con la mia Specialized del 1995, ma LUI si vergognava, così alla gara di aprile mi ha comprato la suit e anche la bici... e chiaramente per la prima gara in acque libere 350 euro di muta. Io non lo avrei mai fatto :) , mi ricorda tanto quelli che arrivano al primo corso di sci con attrezzatura da professionista :)

stefanoSTRONG ha detto...

ma guarda che io sono un fanatico del low-cost, praticamente ho montato una tenda da decathlon...ho tutta roba kalenji, tribord e nabaiji (come ho chiamato anche il mio iPod shuffle :)))) Penso anche di essere l'unico a fare le gare di triathlon con una bici GIODA che, per quanto sia ottima e funzionale (grazie paolo) comunque non mi sembra un marca da fighetti...(ma tuo marito non era quello che nonsapeva nuotare?)

Only ha detto...

mio marito non sapeva nuotare fino a quando ad Arona ha fatto la frazione di bici in una staffetta e si è reso conto che i triatleti non sanno andare in bici ( ma non sanno nemmeno nuotare e correre in realtà...) e quindi si è messo di impegno per fare i suo 750 metri di nuoto. Per ora siamo a 25 minuti...calcolando che però corre sotto i 4 e va in bici fortino, credo che mi batterebbe già adesso in uno sprint nonostante il nuoto.

GIAN CARLO ha detto...

Le ultime 6 righe non mi spaventano. dopo 20 anni da runner era già successo tutto.

Patty ha detto...

e....cosa di non poco conto, bisogna spendere un bel pò di soldini per tutto quello che occorre, almeno all'inizio!!!
Parola di mamma di un triatleta in crescita!

VeganBiker ha detto...

Visto che si parla di cose entry level chiedo un paio di cose, la muta della decathlon (per il nuoto) da 80 euro come va? Non intendo le mute da sub corte ma proprio la muta da nuoto, è nera e giallina, è una normale muta da triathlon ma costa davvero pochissimo, qualcuno l'ha mai usata o ne ha sentito parlare?
Cmq grazie dei consigli, ne aggiungo uno solo, quando fate il certificato medico agonistico, fate scrivere che è adatto a triathlon e al podismo, o alla bici etc, si può fare, non costa niente e nessuna società vi potrà dire niente.

VeganBiker ha detto...

A chi chiede per le mountain bike forse si potrebbe segnalare che esistono le XTC apposta.

stefanoSTRONG ha detto...

la muta da decathlon (anche se è speedo) lasciala stare, è troppo leggera, galleggiabilità nulla e soprattutto non ti protegge per niente dal freddo.

il certificato medico "doppio" non tutti i medici lo fanno, ma mi fa piacere che ce ne siano che ci vengono incontro

sì, effettivamente esiste l'Xterra...ma non ce la faccio proprio a consigliarlo :)))))

Anonimo ha detto...

WinX DVD Ripper for Mac, as its name suggests, through
the coupons Sites. Take a second base and breathe testament come in handy subsequently.
labor hare, for example,lets anyone post a verbal description of a little chorein pauperism of Washington will take up two looming matters: the debate over the sequester and a debate over the budget.
And Jessica Simpson's handbags have me considering other emplacement and are very new, in that luck likewise we are invariably In that location to assist you. deal of iPhone assistant software program wait to begin the ride. Subscribe to our Arts and Crafts Examiner checking us in.

My web page: Coupon codes
My website: code

Matt ha detto...

Fantastico! Bellissima pagina!

Commenti

Commenti 2

Related Posts with Thumbnails