martedì 8 maggio 2012

Gente che si incontra in Zona Cambio: l'impavido


Per lui il triathlon non è una gara multidisciplinare ma un'ostentazione di virtù oltre ogni limite. Se potesse inserirebbe come sport anche l'arrampicata libera, il paracadutismo estremo e l'orientamente nella giungla (anzi, mo che gli ho fatto venire in mente 'ste cose...)
Alla luce di questa predisposizione non accetta alcun tipo di restrizioni alle gare a cui partecipa, è venuto per fare triathlon e triathlon dovrà fare.
Anche se la mattina della gara c'è una temperatura di 2° (esterni, l'acqua è a -5°) sarà il primo ad insultare i giudici perchè stanno pensando di eliminare la frazione nuoto.
Considera la privazione della nuotata in acque gelide come  una mortificazione alla sua virilità, cominciando a trovare decine di scuse ed argomentazioni per far cambiare idea ai giudici ("Sono partito in mongolfiera da Calcutta proprio per venire a fare questo sprint promozionale!" oppure "Devo assolutamente testare i miei nuovi occhialini prima dell'Ironman che ho domani!" oppure "Eh ma non potreste rimisurare adesso la temperatura, magari si è alzata, cosà è sempre uguale, cazzo non siente neanche capaci  di misurare la temperatura dell'acqua!")
E lui che la muta non se l'era neanche portata!

6 commenti:

Peggy Lyu ha detto...

Gente strana questi triatleti.... =)

theyogi ha detto...

io gli chieredei l'autografo, a uno così.... :))

orlando ҉ magic ha detto...

bella questa! ma davvero esiste gente che possa ispirarti un post del genere?

Gianmarco Pitteri ha detto...

Fidati che esiste anche nella corsa...

Master Runners ha detto...

Stai parlando di me a Vico per caso? :P
E la prossima volta che vai a Orvinio a magnatte la mia pizza preferita fammelo sapè!

Guzzo ha detto...

o quello che il giorno prima ha fatto un lungo che è durato 24 ore e adesso è lì per scaricare....

Commenti

Commenti 2

Related Posts with Thumbnails