lunedì 16 luglio 2012

La questione dei calzini nel triathlon


I calzini, come molte altre cose, è uno degli indici rivelatori per verificare  il livello di "triathlon addicted" di una persona.
Come i guanti in bici e quel disco di plastica sulle ruote delle bici nuove (che non si sa ancora a cosa serva).
Se ti presenti in gara con una di queste cose sei bollato come pippa.
Fatti vedere mentre ti infili i guanti in zona cambio e sentirai risa di scherno anche dai bambini che guardano la corsa.
Per i calzini è leggermente diversa la questione.
C'è la distanza da fare da spartiacque tra la gogna e la normalità.
In gare sprint ed olimpici se ti fai beccare con i calzini sei a rischio squalifica.
In 70.3 ed Ironman sono consentiti.
(Per qualche neofita che dovesse incappare in questo post... sto scherzando, non vi squalificheranno mai se indosserete i calzini, almeno credo...)
Il problema però si pone per la gara di sabato prossimo.
Triathlon Olimpico OVER Lago del Salto.
OVER sarebbe a metà tra un olimpico ed un 70.3 (o medio, diamo un nome italiano alle cose!)
Che faccio, rischio di diventare il nuovo zimbello del triathlon laziale o rischio di finire la gara con i piedi lessi?
Tutto questo, mi pare doveroso ricordarlo, per non perdere 10 secondi in una gara di 4 ore...
Posta un commento
Related Posts with Thumbnails