venerdì 16 settembre 2016

Alimentazione vegetariana e sport di endurance... STEFANOLACARAVEG 2.0.


C'ho già provato qualche anno fa.
Ma non sapevo che significasse eliminare alimenti animali dalla mia dieta.
Ho fatto tutto inconsapevolmente, solo per motivazioni etiche.
Poi ho smesso, soprattutto per difficoltà di gestione.
In questi anni sono diventato più consapevole sull'alimentazione in generale.
Potrei annoiarvi con discorsi moralisti o con  riferimenti salutisti, ma non mi va, perché sarei io il primo ad annoiarmi.
E poi tanto chi mangia carne resta della propria idea e chi non la mangia fa altrettanto.
Né tantomeno lo scopo di questo post è invogliarvi a seguire la mia scelta.
Lo sapete di cosa parla questo blog, dei miei racconti sportivi e questa è una nuova storia che voglio raccontarvi.
Tolgo alimenti animali perché mi va e perché mi fa stare meglio.
Di testa sicuramente, in relazione alle mie prestazioni atletiche non so.
Vi farò sapere.
Cercando riferimenti di sportivi in rete, soprattutto su siti italiani, ci sono i soliti riferimenti attualissimi...
Carl Lewis, Edwin Moses, Martina Navratilova, roba da Superga ai piedi e racchette di legno.
(Sì ok, ci sono anche Magnini, Calcaterra ed altra gente un po' più attuale...)
E poi tutti quelli che parlano di veganismo e vegetarismo soprattutto per le ricette e le "piramidi alimentari"
Che, sostanzialmente, chi se ne frega.
Quello che cercherò di raccontarvi sono le effettive difficoltà.
Se con tutte  queste fibre e legumi si può correre più di un chilometro senza intossicare chi c'è dietro.
Se senza le bistecche alte tre dita posso comunque fare lavori di forza.
Se posso riuscire di fare una trasferta sportiva senza dover mangiare necessariamente solo riso in bianco (che poi mangerei comunque a prescindere, per dire...)
Se è necessaria un'integrazione.
Se si può anche apparire anche un po' più atletici e in forma o c'è una metamorfosi irreversibile similcadaverica in stile Paola Maugeri (non me ne voglia eh, sta benissimo, ma non è il prototipo di modello di sport di endurance)
E soprattutto cercare di alleggerire un po' i toni, perché come in tanti altri ambiti, mi sembra che ci sia un po' troppa serietà su questo argomento.
Insomma, veg* ma caciarone come sempre...
 
Posta un commento
Related Posts with Thumbnails