martedì 4 ottobre 2016

Il 2016 del Team Panda


Delle mie "imprese" di quest'anno avete letto in abbondanza.
Questa invece è stata in estrema sintesi l'annata dei ragazzi che alleno, il Team Panda.
Tra soddisfazioni e delusioni vissute insieme a loro, condividere le loro emozioni resta sempre un enorme privilegio per me.

Ada: allenare una podista ipovedente è un misto responsabilità ed onore. Spero prima o poi di avere la possibilità anche di farle da guida.
Adriano: atleta di razza al rientro da un brutto incidente. Le cose più belle arriveranno il prossimo anno.
Alexa: percorso appena iniziato ma la ragazza ha una determinazione che la porterà a livelli che neanche immagina.
Alessandro: anche qui si lavora per l'esordio nel 2017. Almeno sul ciclismo non avremo problemi!
Alessio: podista umbro al rientro da un periodo di stop. Pretende tantissimo da se stesso e se non avrà fretta riuscirà a raggiungere ogni obiettivo che si è prefissato.
Beppe "Erba Buona": un fedelissimo dal primo anno, quest'anno ha trovato anche la giusta cattiveria su come affrontare le gare!
Carlo: persona squisita con la quale si è creata subito una bella sintonia. Dopo un 70.3 chiuso benissimo, adesso stiamo provando a preparare una Maratona cercando di non farci distrarre dalle birre irlandesi...
Davide: anche qui qualche difficoltà per mancanza di continuità, ma per il 2017 la strada sarà sicuramente in discesa.
David Ruiz: voglio assolutamente dare soddisfazione a questo ragazzo. E' stato un anno pieno di pausa e mancanza di continuità. E' ora che ci andiamo a prendere anche qualche sorriso.
Emilianochi?: abbiamo cominciato con parecchi scontri. Era l'unico atleta che doveva essere strigliato per allenarsi. Ma alla fine ha "messo la testa a posto" concludendo due 70.3 meglio delle aspettative. Ed ora per il 2017 cominciamo a fare le cose seriamente!
Fabrizio: qualche mese di transizione in attesa di preparare il primo IronMan nel 2017.
Fedex: secondo anno insieme e secondo IronMan conquistato. Dalla sua ha l'aver capito come divertirsi con lo sport senza rinunciare ai valori importanti.
Gennaro: non so quante gare abbia fatto nonostante gli abbia detto di non gareggiare. Ma non voglio neanche saperlo. Quest'anno è pronto per il salto di qualità.
Giorgio "Kalenji": l'unico modo per battermi era farsi allenare da me :) finalmente quest'anno c'è riuscito!
Gert: in poco tempo abbiamo preparato il 70.3 di Pescara con un ottimo risultato. Sicuramente allenare una persona sportivamente già evoluta come lui facilita non poco il mio compito.
Kevin: il gruppo dei podisti umbri è nato grazie a lui. Amico e collega dai tempi di battaglia, è un onore averlo nel Team Panda, oltre ad essere uno dei principali "moderatori" della chat del team!
LaMei: senza alcuna velleità agonistica ma solo per il piacere di fare sport. E a noi sta benissimo così!
Lepre: campione mondialte di T1 :) per motivi di lavoro ha avuto delle fasi altalenanti di prestazione ma resta un punto fermo del Team Panda
LG: altro ragazzo di qualità. Inizialmente ha sofferto molto i carichi di lavoro, ma con il tempo è riuscito ad affrontare gli allenamenti nel modo migliore, regalandosi e regalandomi un grandissimo esordio in un 70.3. Proprio perché credo in lui sa che pretenderò molto di più.
Lollo: lo considero un "fiore all'occhiello". Partito per esordire, ha fatto dei progressi incredibili ed abbiamo deciso di puntare subito ad un 70.3 per il prossimo anno. Affamato di allenamenti, cercherò di saziarlo adeguatamente...
Manzik: annata alternata da situazioni emotive alte e basse e con poca continuità. purtroppo nel momento migliore di forma è arrivata un incidente in gara. Ci rifaremo il prossimo anno.
Mannù: elemento femminile dei podisti umbri. Tanta grinta da vendere, è arrivato il momento di raccogliere i frutti delle fatiche.
Mao: si è tolto la soddisfazione di esordire nel triathlon. Per il prossimo anno invece l'obiettivo sono trail e mtb. Comincia una nuova avventura.
MauroB2R: titubante sul nuoto, è riuscito a superare i suoi pregiudizi e migliorare anche in quello che era il suo punto debole. Una bella soddisfazione.
Mirko: altro veterano della media distanza, se riusciamo a migliorare la corsa può cominciare a regalarsi anche qualche bella soddisfazione cronometrica.
Multilap: annata con buone prestazione ma alcuni contrattempi di lavoro che gli hanno consentito di gareggiare molto poco. Cercheremo di recuperare il tempo perso.
Pallino: un eroe dei nostri tempi. Un privilegio avere la sua fiducia, cercheremo di superare insieme le  difficoltà per raggiungere ogni obiettivo.
River: allenare un canadese dove metà dell'anno la sua terra è ricoperta di neve non è semplice, ma è stato uno dei primi ragazzi ad avermi dato fiducia e si merita tutta la mia riconoscenza. Anche quest'anno un 70.3 siamo riusciti a portarlo a casa ed  un altro ci aspetta a breve. Puntiamo a migliorarci ad ogni gara.
Saetta: la mia prima atleta! Dopo l'emozione della sua prima Maratona si è presa la meritata pausa.
Sandra: il mio obiettivo principale sarà farla divertire nel nuoto. Se non ci riuscirò lo considererò un mio fallimento.
Sasà: dopo averlo testato per un mese a dare continuità ai suoi allenamenti, mi ha convinto con la sua determinazione ad allenarlo. Partiamo proprio dall'inizio, spero che la strada sia lunga.
Shorty: ha trovato la sua giusta dimensione sulla distanza olimpica. E per il prossimo anno saliamo di livello...
Silvia: la causa principale della mia pressione alta. Ma in tre mesi ha costruito un IronMan con i fiocchi!
Vinz: si è avvicinato con rispetto e curiosità al mondo del triathlon ma è riuscito ad esordire e finire con il sorriso le sue gare, che resta la cosa più importante.

Naturalmente c'è chi entra e chi esce nel Team Panda.
Ma tanto lo sanno, che se sei Panda una volta, resterai sempre Panda e, soprattutto, sarei sempre il benvenuto in questa casa.





 
Posta un commento
Related Posts with Thumbnails