mercoledì 23 novembre 2016

Gente che alleno [Shorty]


Ci sono "teste matte" ed atleti tranquilli.
Dalle teste matte ti aspetti colpi di scena, variazioni assurde sul programma di allenamento, gestione scriteriata della gara, richieste di obiettivi senza senso, ma gli atleti tranquilli sono una specie di approdo sicuro.
Una spiaggia dove stai tranquillo che la tempesta non arriverà.
Shorty e' era un posto tranquillo.
Da lui non mi aspettavo colpi a sorpresa.
Vabbè, non me li aspettavo neanche da River, evidentemente stanno crollando anche le poche certezze che avevo.
Comunque, Shorty domenica scorsa ha fatto la Maratona di Valencia.
L'obiettivo era mettere il personale scendendo sotto le 3h30'.
"Strong nelle ultime due settimane ho fatto poco o niente" mi ricorda prima della gara.
"La preparazione l'abbiamo fatta bene, controlla la prima metà a 4'40" e poi aumenta nella seconda parte"
"Ok"
Pensavo di stare tranquillo.
Anche dopo aver visto il risultato finale: 3h23'.
Obiettivo centrato e complimenti da parte del Team Panda.
Poi però vado a studiarmi la sua gara.
E lì la pressione comincia a salire.
Partenza a 4'/4'10".
"Shorty dammi una giustificazione per quella partenza"
"Beh c'era Calcaterra davanti a me allo start e mi sono fatto prendere dall'entusiamo..."
Calcaterra!
Cazzo, Calcaterra! Non puoi seguire il pluricampione mondiale della 100km!
Vabbè pensi, poi avrà calato regolarizzando il passo.
Sto cazzo.
Passaggio alla mezza in 1h31', in pratica in linea per fare una Maratona sotto le 3 ore.
Ha messo il persona best sulla sua mezza maratona!!!
Peccato che la gara durasse altri 21km...
"Strong gli ultimi 8km però avevo le gambe stanchissime" ha avuto pure il coraggio di dirmi.
E grazie al cazzo Sandrì, grazie al cazzo!
Posta un commento
Related Posts with Thumbnails