lunedì 18 maggio 2020

Una nuova zona di allenamento: il Panda Swing


Il timore che appena una cosa funzioni bene, io possa cambiarla, è sempre presente tra i ragazzi che alleno, come mi ha fatto notare ultimamente Gianni...


E hanno ragione!
Creiamo subito una nuova zona di allenamento, rigorosamente a sensazione: il Panda Swing!
Però vediamo di definirla bene.
Innanzitutto stiamo parlando di una zona relativa alla corsa, dove andremo a ricercare due condizioni fondamentali e necessarie:

  1. la sensazione di benessere/esaltazione
  2. il mantenimento di una buona postura e corretta tecnica di corsa (naturalmente postura e tecnica intese secondo i parametri del Panda Lab ;)
No, non si tratta né dello stato di flow nel running, nè della sweet spot nel ciclismo.
Altri riferimenti, di velocità, potenza e cardio.
Teoricamente, ma solo teoricamente, potrebbe corrispondere ad un'area cardiaca definita tra la Z2 alta e la Z3 bassa (e quindi stiamo nell'ambito dell'endurance) ma, importantissimo, in base alle proprie sensazioni nel determinato momento in cui bisogna introdurre questo tipo di carico (e dunque anche al livello di qualità di postura e forma che saremo in grado di mantenere), potremmo benissimo stare in Z1 o Z4 (sempre cardiache).

Ripeto: sensazioni e postura, quindi non venitemi adesso a chiedere se parliamo di più o meno di 2mmol/l.

Nessun commento:

Commenti

Commenti 2

Related Posts with Thumbnails